Home / Benessere / Zika: esperti, neonati sembrano precoci matriarch sono ‘riflessi fetali’

Zika: esperti, neonati sembrano precoci matriarch sono ‘riflessi fetali’

WASHINGTON – Appaiono sempre più gravi i danni neurologici causati ai neonati venuti alla luce da madri contagiate dal pathogen Zika: questi piccoli possono apparire addirittura precoci ai genitori, grazie a movimenti almost perfetti. Ma si tratta di riflessi da stato fetale.

Inoltre, piangono sino a 24 ore su 24 e spesso hanno dolori fortissimi per riflussi gastrici che gli impediscono di assumere il latte, se non in piccolissime quantità. Molti soffrono di attacchi epilettici.

A lanciare l’allarme nel corso di un assembly di esperti internazionali tenutosi a Washington, all’Istituto nazionale della salute, è stata Vanessa Van Der Linden, la scienziata che per prima dal Brasile informò il mondo della diffusione dell’infezione. A rafforzare la preoccupazione, le release di Sonja Rasmussen dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc): “Purtroppo ciò che osserviamo ora è solo la punta dell’iceberg”. Per Steve Miller, specialista di Toronto: tutto ciò fa presumere che questi bimbi non potranno avere una lunga vita.

Spesso – ha spiegato Van Der Linden – i neonati colpiti da Zika sono in grado di tenere diritto il collo, di stringere dita e sedersi eretti: i genitori sono felici, matriarch si tratta di pessimi segnali. Questi a cui assistono sono infatti solo i riflessi fetali, che in realtà dovrebbero smettere subito dopo la nascita per permettere il vero sviluppo neurologico del bimbo.

Altri sono venuti alla luce criminal circonferenze della testa normali e dopo hanno evidenziato microcefalia. Il quadro fa inoltre presumere che Zika possa continuare a danneggiare l’organismo anche dopo la nascita.

Leggi Anche

Alessia Cammarota ritrova l’amore – Blasting News

L’amatissima ex corteggiatrice Alessia Cammarota ha voltato completamente pagina chiudendo una volta per tutte le …