Home / Viaggi / Viaje a Los Pueblos Fumigados, a CinemAmbiente 21 un viaggio …

Viaje a Los Pueblos Fumigados, a CinemAmbiente 21 un viaggio …

Ogni transizione porta con sé la scia del cambiamento, ma non sempre quest’ultimo è da considerarsi progresso. L’Argentina raccontata da Fernando E. Solanas nel suo Viaje a Los Pueblos Fumigados è un Paese che, insieme al suo popolo, paga il prezzo del disastroso e violento passaggio dal modello agricolo tradizionale alla cosiddetta agricoltura industriale.

Le sconfinate piantagioni di soia sono il segno più tangibile di un’economia agricola in crisi, che negli ultimi anni è stata scardinata per far posto all’agroindustria, causando una ferita non indifferente alle viscere del Paese. Oltre alla massiva deforestazione che nel Nord, nella provincia di Salta, ha annientato un patrimonio naturale secolare e ha costretto le comunità indigene ad andar via dalle proprie terre, il più grande flagello è certamente la pratica della fumigazione. Tale processo consiste nello spargimento di pesticidi, gas biocidi e disinfestanti al fine di neutralizzare i parassiti.

Gli erbicidi vengono frequentemente applicati per via aerea, senza particolari controlli o misure cautelari utili a proteggere la popolazione. Gli aerei entrano in azione anche nelle ore diurne, senza preavviso, in prossimità di scuole e villaggi. Viaje a Los Pueblos Fumigados, attraverso lo straordinario impegno del filmmaker e senatore Fernando E. Solanas, entra nel cuore della questione, rivolgendosi ad esperti e persone comuni che hanno subito sulla propria pelle le drammatiche conseguenze di una pratica così scellerata.

 

Un’operazione portata avanti in prima persona da una delle figure più influenti del cinema argentino e internazionale, padre del manifesto Verso un Terzo Cinema e di una brillante concezione di cinema politico. Da sempre impegnato sul piano politico e sociale, al punto da mettere a rischio la sua stessa vita, Solanas non ha mai abbandonato il suo piglio, che risplende anche nella sua esperienza con il documentario a tema ambientale.

Gli effetti della fumigazione sono molteplici e letali, ma soprattutto sono riscontrabili in qualsiasi ambito della vita sociale. Dalla sicurezza degli ortaggi, cibo ritenuto sano per antonomasia, alla compromissione della carne, prodotto di punta dell’economia argentina nel mondo. Non ultima, l’inevitabile contaminazione di una risorsa primaria e fondamentale come l’acqua potabile.

Ad essere particolarmente minacciata, dunque, è la salute dell’uomo. Viaje a Los Pueblos Fumigadosdocumentario molto acclamato durante lo scorso Festival Internazionale del Cinema di Berlino, non manca di approfondire queste connessioni, che si articolano su diversi livelli, date le nostre abitudini di consumatori e la capacità delle sostanze chimiche di viaggiare nell’aria anche per distanze considerevoli. Nel suo viaggio, il regista riscontra fenomeni come l’aumento di malformazioni e di malattie mortali, ma anche la presenza di tossine nel sangue delle popolazioni interessate, nonché nelle analisi che lo riguardano personalmente.

È il risultato di una contaminazione silenziosa di cui migliaia di persone si ritrovano ad essere vittime impotenti, spesso abbandonate dalla giustizia e condannate dall’omertà. In questo senso, la determinazione di Fernando E. Solanas e la sua appassionata voglia di verità costituiscono il valore aggiunto di un documentario così diretto ed incisivo. Un grido a gran voce per portare alla ribalta i sistematici crimini ambientali commessi dall’agricoltura industriale a stampo chimico, in Argentina e nel resto del mondo.

Non possiamo permetterci la resa ad un sistema del genere, responsabile della scomparsa di interi ecosistemi e dello sterminio della biodiversità. Non possiamo permettere che intere comunità soccombano alla fumigazione del proprio territorio, a qualcosa che rende tossici il loro ambiente e le loro stesse vite.

È necessario, dunque, essere consapevoli che il tempo a disposizione per arrestare la messa in pratica di una tale follia è tutt’altro che illimitato. Le strade per raddrizzare il corso delle cose esistono, ma vanno imboccate il prima possibile. Riscoprire la genuinità dell’agricoltura organica e sostenibile. Intensificare i controlli per contrastare il ricorso a sostanze chimiche. Considerare la soluzione ecologica non come un’alternativa, ma come lo standard da perseguire e a cui non rinunciare. Queste le opportunità da esplorare per la nostra sicurezza e per quella dell’ambiente che ci circonda.

La proiezione di Viaje a Los Pueblos Fumigados è uno degli appuntamenti della sezione Panorama della 21esima edizione del Festival CinemAmbiente di Torino. Nell’ambito della manifestazione, il documentario sarà proiettato sabato 2 giugno 2018, alle ore 22:30, presso il Cinema Massimo.

Leggi Anche

Ulassai per un giorno capitale dell’arte, al via le celebrazioni per Maria Lai

Direttori di musei, giornalisti, critici, ma anche tanti amici e familiari. Mercoledì prossimo, a Ulassai, …