Home / Viaggi / Viaggiare sicuri nel mondo: il decalogo della Cia

Viaggiare sicuri nel mondo: il decalogo della Cia

La paura che possa succedere qualcosa, soprattutto quando siamo lontani da casa, è un sentimento che ha sfiorato la mente di ognuno di noi, almeno una volta nella vita. Eppure, secondo un ex agente della CIA (Central Intelligence Agency) è possibile sentirsi al sicuro anche nel posto più inospitale del pianeta, basta seguire alcune semplici regole. Persino in una difficile situazione di emergenza si può trovare un certo grado di sicurezza. Ecco i 10 consigli stilati da Drew Dwyer, veterano del corpo dei Marine ed ex agente della Cia, che ha trascorso anni interi sotto copertura in Sudamerica. E se arrivano lui, c’è da crederci!

Il decalogo di Drew Dwyer non è rivolto ad aspiranti agenti 007, è indirizzato a tutti quei turisti che partono per un viaggio, con un pizzico di timore sempre nascosto in fondo alla valigia. Si tratta di semplici trucchi, che però possono decisamente migliorare la vostra qualità di vita, quando vi trovate lontani da casa. Pare siano così efficaci, che alcune agenzie viaggi hanno deciso di riproporli ai propri clienti.

Ma veniamo a noi, ecco la guida operativa della Cia per viaggiare sicuri:

1 – Farsi trovare preparati a tutto: la prima cosa da fare è una copia di tutti i documenti, carta d’identità, tessera sanitaria e passaporto. Una copia tenetela voi e una datela al vostro compagno e/o amico. Inoltre mandate una mail con tutte le copie, più le informazioni sensibili utili, al vostro indirizzo di posta elettronica. In questo modo sarete certi di poter accedere a ciò che vi serve in qualsiasi momento.

2 – Preparate un adesivo con la scritta fragile da attaccare alle vostre valigie. In questo modo verranno posizionate sopra le altre e quindi saranno anche le prima a uscire sul nastro bagagli dell’aeroporto. Ciò vi aiuterò notevolmente se avete un autobus o un altro mezzo che vi aspetta.

3 – Nascondete i vostri soldi nei posti più improbabili, come ad esempio il contenitore dei trucchi. Un nascondiglio a prova di ladri esperti!

4 – Quando vi state avvicinando all’hotel o all’auto, tenete le chiavi in mano con le estremità sporgenti. In questo modo potrete aprire in qualsiasi situazione con maggior rapidità, inoltre potrebbero anche rivelarsi un’ottima arma di difesa, in caso di aggressione.

5 – E’ importante utilizzare i taxi chiamati direttamente dagli hotel, soprattutto nelle zone in cui i rapimenti sono frequenti.

E’ il modo migliore per essere sicuri di salire su di un taxi vero.

6 – Prima di partire scaricate sul cellulare la mappa del luogo in cui siete diretti, in maniera tale da averla sempre a disposizione, una volta arrivati. Inoltre se avete paura di essere seguiti o pedinati, togliete la batteria dal telefono, per non farvi ritracciare.

7 – Portate vestiti che si ‘mimetizzino’ con quelli del luogo. E’ sempre molto utile passare inosservati e non essere riconoscibili come turisti. Se una donna viaggia da sola in Medio Oriente, è consigliabile che indossi una fede.

8 – Portate con voi sempre un navigatore, anche se credete di non doverlo utilizzare. In caso smarriate il vostro cellulare, con le mappe Gps potrete trovare comunque molte informazioni essenziali.

9 – Se viaggiate sotto copertura utilizzate sempre il vostro vero nome proprio: se per assurdo doveste incontrare un conoscente, nessuno si meraviglierà se vi chiamerà col vostro nome.

10 – Infine fate molta attenzione a chi vi segue in ascensore: se entra proprio all’ultimo secondo, è possibile che vi stesse seguendo. A quel punto lasciate che sia lui per primo a premere il tasto del piano. Per sicurezza non scendete al vostro vero piano e raggiungetelo successivamente a piedi.

Leggi Anche

Earth Day: dalla Nasa un viaggio nel tempo – Rai News

22 aprile 2018Un’app per viaggiare nel tempo e osservare la Terra com’è oggi o com’era …