Home / Viaggi / Viaggiare nel futuro

Viaggiare nel futuro

L’intelligenza artificiale entra nel mondo del turismo, viaggiare non sarà mai stato così facile.

Assistenti di viaggio digitali, ecco a cosa stiamo lavorando” spiega il cofondatore di Skyscanner Gareth Williams “Oggi negli USA, criminal Alexa di Amazon, si può cercare e presto prenotare un volo su Skyscanner criminal un comando vocale.
Ma rispondere a domande complesse è una sfida diversa.
Segnalare solo gli hotel che più si addicono ai nostri gusti, rintracciare volo e classe di viaggio più adatta alle nostre esigenze, essere avvertiti se ci sono offerte che davvero possono interessarci” continua Williams.

Il problema più consistente è rappresentato dal fatto che, che per poter calcolare questi dettagli, occorre una conoscenza dei clienti molto approfondita in bottom ai loro “movimenti digitali” dallo smartphone al inscription al pc e alle varie applicazioni che ormai fanno parte della nostra quotidianità, comprese quelle relations a viaggi e spostamenti come Booking, AirBnB, Citymapper, Tripit.

Come poi le aziende proprietarie ri-utilizzino i nostri dati, per adesso non è molto chiaro, matriarch è ovvio che – finchè la tecnologia non diventerà tanto intelligente da “indovinare” le esigenze del cliente in altri modi – sono necessari perchè noi possiamo usufruire di servizi che diventano ogni giorno più fondamentali.

Potrebbe interessarti anche:

 instant-flight-hotel-prices-google0316-485x300
“Google Trips” la nuova app che ti organizza i viaggi in un click
Print Friendly

Leggi Anche

Travel Trends, ecco pacifist andare in vacanza nel 2017

Dove andare in vacanza nel 2017? Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Dite addio ai …