Home / Cucina / Vestiti da corrieri, vendono illegalmente utensili da cucina al porto

Vestiti da corrieri, vendono illegalmente utensili da cucina al porto

Era da qualche giorno che i Finanzieri, nel corso dei servizi di perlustrazione e controllo dell’area portuale, avevano notato in determinati orari i movimenti sospetti di due soggetti vestiti con la classica divisa normalmente utilizzata dai corrieri espressi, che gravitavano intorno agli autotreni in attesa di accedere negli spazi doganali. Tenuti così sotto controllo, i due uomini, muovendosi tra gli autoarticolati in sosta con le loro pseudo-divise, avvicinavano gli autisti per proporre l’acquisto a prezzo “stracciato” anche di costosi utensili da cucina, come alcuni coltelli in ceramica.

 

Nel corso del controllo è stato acclarato che i due individui, entrambi italiani, erano sprovvisti di qualsiasi tipo di licenza o di autorizzazione al commercio su area pubblica e che detenevano abusivamente, ai fini della vendita, quasi 600 pezzi di materiale vario. Tutti i prodotti sono stati sequestrati ed ai due venditori abusivi è stata contestata la violazione della normativa che regola il commercio, la quale prevede una sanzione amministrativa da € 2.582,28 a 15.493,71.

Leggi Anche

Da Condividere la cucina si trasforma in gioco e leggerezza

Dopo circa quattro mesi dall’apertura, dopo che la Guida dei ristoranti d’Italia dell’Espresso lo ha …