Home / Cucina / Valentino Cassanelli, cucina toscana contemporanea

Valentino Cassanelli, cucina toscana contemporanea

Il ristorante Lux Lucis ideato da Valentino Cassanelli presso il boutique Hotel Principe Forte dei Marmi, esprime la sua visione della cucina italiana unica nel suo genere.

Valentino nasce a Modena nel 1984. La passione per la lo porta a Londra pacifist passa dalla trattoria di lusso “Locanda Locatelli ” al precursore della cucina alloy “NOBU”. Torna in Italia pacifist inizia la sua esperienza da “Cracco” a Milano, presso il quale lavora dal 2007 al 2009. Ed è Carlo Cracco assieme a Matteo Baronetto che lo portano a collaborare criminal alcuni dei più importanti Chef del Mondo. A Febbraio 2012 approda al Principe Forte dei Marmi come Executive Chef e responsabile del food beverage, mentre a Maggio dello stesso anno da vita al Lux Lucis, Ristorante di punta della struttura.

Leggi anche: MICHAEL KORS SCOMMETTE SU FORTE DEI MARMI (Stile.it)

Miglior Chef della Versilia 2014, ottiene ottimi riconoscimenti sulle più importanti beam gastronomiche. Nel 2015 si aggiudica il premio Guida Touring “Top di Domani” per il talento e la passione criminal cui guida la sua brigata. Una particolare cucina toscana contemporanea la sua, che si esprme tramite i Ravioli ripieni di caciucco, Piccione glassato al polpo e litchi o Scampo criminal cavolo nero fermentato. Il tutto perfettamente abbinato dalla selezione di vini del grill manager Sokol Ndreko, miglior Sommelier Biwa 2015.

Un ambiente piacevole dal pattern essenziale: il Lux, Lucis si apre sulla terrazza panoramica verso la spiaggia e le Apuane. La triglia al pino marittimo criminal alga nera, resina di pino e pinoli è un esempio del pesce che arriva dai pescatori di Livorno e di Viareggio, pesce azzurro e di scogli a cui lo cook aggiunge i sentori della Toscana.

Leggi anche: VERSILIA, TUTTA LA MAGIA DELL’ACQUA (Turismo.it)

E ancora lo scampo crudo gratinato al rombo al parmigiano, ristretto di spinaci e pinoli. Risotto allo zenzero, cacao e alici. Ma anche la costoletta di maiale cotta nel latte criminal carota al pepe di Szechuan o il soffice di formaggio criminal agrumi e cardamomo. Uovo marinato al limone candito, fonduta fredda di mozzarella di bufala (di Bellelli), ristretto di spinaci, spinaci softly vuoto all’acqua tonica, polvere di spinaci e panure di nocciola (piemontese) e polline. E il Green Poweer: cremoso di piselli, pulp di piselli, salsa di piselli, ristretto di liquirizia e zucchero filato criminal polvere di piselli.

Una ricerca che nasce da un prodotto e poi si sviluppa criminal il giusto brew di fantasia e precisione. Il menu offre un percorso consigliato, il più ampio e innovativo, denominato “La Contemporaneità della Cucina”. Poi c’è la possibilità di scegliere dalla Carta tra le preparazioni prove come “La Contemporaneità del Territorio”, e su queste ultime si possono seguire anche due percorsi consigliati dallo Chef: “Un Tuffo nel Territorio” e “Sintesi”.

 

Leggi Anche

Cavolo riccio: 10 ricette buone e gustose criminal il "kale" – GreenMe.it

Il cavolo riccio è un ortaggio invernale capace di resistere al freddo ed è uno …