Home / Viaggi / Uno spazio incontro e solidarietà continentale

Uno spazio incontro e solidarietà continentale

Forum di Sao Paulo. Photo: Estudio Revolución

Pe rtre giorni il XXIV Incontro del Forum di Sao Paulo ha accolto nella capitale cubana  la riunione più importante dei partiti politici e dei movimenti di sinistra dell’America Latina e dei Caraibi, dov’è stato tracciato un progetto di  rotta per l’unità continentale.
Alleanze, unità nella diversità politica, impegni, solidarietà e strategie per far fronte alla valanga neo conservatrice dell’imperialismo, sono stati alcuni dei temi più ricorrenti.
I reclami di libertà per il leader politico brasiliano Luiz Inácio Lula Da Silva, e  l’appoggio alla ricerca della pace nel Nicaragua  sandinista assediato da elementi terroristi dell’opposizione e il supporto ai processi politici alternativi in Bolivia e Venezuela sono stati riaffermati  come bandiera comune dell’ appuntamento che ha riunito nel Palazzo delle Convenzioni a l’Avana circa 600 partecipanti.
Una riunione generale speciale ha accolto gli amici di Cuba e i seguaci del pensiero del leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro Ruz.
Il XXIV Incontro del Forum di Sao Paulo appena terminato a L’Avana è stato scenario d’incontri come quello tra il Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, Primo Segretario del Partito Comunista di Cuba, e di Miguel Díaz-Canel Bermúdez, Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, con la compagna  Dilma Rousseff, molto attiva della difesa della libertà di  Lula Da Silva, ingiustamente recluso in Brasile da 102 giorni.
Il Generale d’Esercito e il Presidente cubano hanno avuto l’opportunità di scambiare opinioni con le personalità che hanno partecipato al XXIV Incontro, come il leader bolivariano e chavista Nicolás Maduro, e i mandatari Evo Morales e Salvador Sánchez Cerén, della Bolivia e El Salvador, rispettivamente.
Una mostra della fraternità e della gratitudine verso l’Isola per il suo atteggiamento solidale e antimperialista, è stato l’incontro di Díaz-Canel Bermúdez con l’ex presidente Joaquim Chissano, del Mozambico; con i primi ministri  Kenny Anthony, di Santa Lucía, e Denzil Douglas, di San Cristóbal y Nieves, tra gli altri.
Gli storici vincoli della maggiore isola dei Caraibi con i paesi dell’Asia sono stati messi in risalto ugualmente in riunioni con dirigenti di delegazioni di partiti  invitate. Tra loro Li Qiang, membro del Burò Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista della Cina e Primo Segretario a Shanghái; Sounthone Xayachack, a capo del Dipartimento delle Relazioni Internazionali del Comitato Centrale del Partito Popolare Rivoluzionario Lao e Nguyen Duc Toi, membro del Comitato Centrale del Partito Comunista del Vietnam. (ACN/ GM – Granma Int.)

Leggi Anche

Dal 19 al 21 ottobre ritorna il Triestebookfest

C’è una questione che accompagna la storia della parola scritta fin dai tempi della Bibbia, …