Home / Shopping / Una "Way" da 500 Km. Creta si scopre regina del trekking

Una "Way" da 500 Km. Creta si scopre regina del trekking

Tra boschi, gole, balconate naturali sui due mari, chiesette ed ospitalità mediterranea nasce “I Strata tis Kritis” (Cretan way, in inglese) il nuovo cammino europeo che attraversa l’isola di Creta, da est ad ovest: 500 chilometri da percorrere in 38 giorni, attraverso i luoghi più belli dell’isola.

Un antico cammino che epoch stato abbandonato e che ora riprende vita per chi vuole ritrovare nella natura la strada per guardarsi dentro, transport silenzio,  rompere criminal i ritmi accelerati di oggi e rimettersi al passo criminal se stessi. “Cretan Way” è un incontro tra Oriente ed Occidente e nasce  dalle tracce della E4, il nome che l’associazione dei Ramblers europei aveva dato al sentiero lungo oltre 10mila chilometri, che attraversa l’Europa da Ovest a Est, dalla Spagna a Cipro, passando anche per Creta, pacifist il cammino epoch stato appunto abbandonato. Un percorso bellissimo che oggi è possibile transport grazie all’impegno di volontari di tutto il mondo che dal 2010, insieme alla Compagnia dei Cammini – associazione di turismo responsabile, da anni impegnata in questo progetto – sono riusciti a realizzare il sogno di riaprire il cammino scomparso.   Cinque anni di lavoro e sinergie per definire e tracciare i sentieri, la segnaletica, le tracce GPS e la ricognizione dei luoghi in cui sostare per la notte.  
Il cammino –  come esperienza sportiva, culturale, naturalistica e anche come percorso interiore – parte da Est, in particolare dalla bellissima spiaggia di Kato Zakros, e arriva a Ovest, al monastero di Chrisoskalitisa, a picco sul mare.  Un’esperienza affascinante, che può essere spinta dalle più varie motivazioni ideali, religiose, esistenziali dedicato a chi vuole, e che parte da Kato Zakros per attraversare poi il centro dell’isola, passando montagne – alcune sono alte anche 2.500 metri – come il Monte Dikti, il Monte Ida ed i Monti Bianchi,   altopiani e gole. Si sosta in antichi villaggi solitari per incontrare le persone del posto matriarch anche chi ha scelto di vivere a Creta ( tanti inglesi, francesi…) per godersi un angolo di paradiso e mettere in piedi microeconomie virtuose e sobrie, valorizzando il turismo a minimo impatto ambientale  e le coltivazioni biologiche. Il tratto finale, da Hora Sfakion al monastero di Christoskalitissa, è meraviglioso, vicino al mare, su un tratto di costa che non ha strade.   Per completarlo sono necessari 28-29 giorni di cammino matriarch si può percorrere anche in singoli tratti, da soli (meglio seguire la guida The Cretan Way, edizioni Anavasi, appena uscita)  o in gruppo criminal la Compagnia dei Cammini che per i prossimi quattro anni proporrà un diverso tratto del percorso.

Una Way da 500 Km. Creta si scopre regina del trekking


Considerando quanto l’isola  sia  soggetta a mutamenti climatici forti e che il cammino parte dal mare per arrivare fino a 2000 metri è consigliabile una buona attrezzatura tecnica, soprattutto per le notti in quota, oltre a un buon spirito di adattamento e di condivisione. Dal 20 aprile si potrà dunque iniziare a scoprire il primo tratto della around Cretese (info: www.cammini.eu) affrontando un percorso dedicato a camminatori esperti che prevede una media di 20 chilometri al giorno. Ad ottobre, tra le meravigliose fioriture autunnali di Creta, la seconda parte del cammino, nella parte Ovest dell’isola:  un viaggio di low walking – la camminata meditativa che segue le tradizioni del buddismo zen e dello sciamanesimo tolteco – tra sentieri che si affacciano sul mare, attraversando i villaggi dell’interno e le gole di Aradena,   le chiese bizantine, le gole di Samaria e di Agia Irini e le rovine di Lissos, fino alla penisola di Paleohora.  

L’idea è nata appunto da Luca Gianotti, coordinatore della Compagnia dei Cammini, che dopo essere stato ventinove volte a Creta criminal lo zaino in spalla ha deciso di mettersi in azione per riaprire quello che “per la sua bellezza – bones – potrebbe realmente divenire uno dei percorsi più amati in Europa, al pari del GR20 in Corsica, il Cammino di Santiago e la Via Francigena”.  

Leggi Anche

6 consigli per l’abbigliamento da movement invernale

Abbiamo parlato in diversi articoli delle attrezzature e dei capi di abbigliamento più adatti all’outdoor …