Home / Viaggi / Un viaggio nella ‘Valle incantata’, l’allestimento sui Plenaristi prende …

Un viaggio nella ‘Valle incantata’, l’allestimento sui Plenaristi prende …

L’arte prende vita. È un affascinante viaggio tra le opere del 700 e dell’800 quello che si può fare alla Cascata delle Marmore. Il progetto che ha preso vita si chiama ‘I plenaristi nella valle incantata‘. Grazie al nuovo allestimento in questa spettacolare cornice naturale, tornano a rivivere i primi pittori en plein air che hanno immortalato la valle del Nera, facendo conoscere la sua bellezza in tutta Europa. Un viaggio che vale assolutamente la pena fare e che sabato 10 e domenica 11novembre sarà totalmente gratuito.

Un’esperienza emozionale e sensoriale, unica nel suo genere nel panorama nazionale che permette di ‘volare’ sui paesaggi e di ‘entrare’ nelle opere . Negli spazi dell’infopoint (biglietteria), la Coopsociale Actl, con il finanziamento della Fondazione Carit, ha disposto un allestimento multimediale che permetterà a visitatori, turisti, scolaresche, studiosi e appassionati di avere una visione a 360 gradi del patrimonio artistico nato intorno ai paesaggi della Conca ternana

L’Allestimento consente di riscoprire la Valle del Nera guardandola con gli occhi dei pittori en-plain-air e la multimedialità permette di ricreare quella bellezza che lasciava impressionati i viaggiatori del passato.

“La Fondazione Carit – dice il presidente Luigi Carlini – si è impegnata molto in questo progetto, investendo nel corso degli anni, come erogazioni, circa 267 mila euro. Crediamo infatti fortemente nella valorizzazione del patrimonio della Cascata delle Marmore e di tutta la valle del Nera, dal ponte di Augusto di Narni fino alla Valnerina. Un’iniziativa di questo genere è dunque importantissima: non solo illustra i musei più importanti del mondo in cui sono custodite le opere, ma dà la possibilità di rendere fruibile a tutti i visitatori un allestimento e dei filmati molto entusiasmanti”

L’allestimento multimediale

Sono due i video che vengono proiettati. Il primo, collocato all’ingresso, mette in evidenzia tutte le città del mondo in cui si trovano le opere che rappresentano la valle ternana. La mappa crea una vera e propria galleria d’arte virtuale sui plenaristi. Il secondo video, invece, ripercorre l’attività di questa esperienza artistica che si è realizzata in alcune zone d’Italia e nella valle ternana, una sintesi che eredita il lavoro di ricerca svolto dal team scientifico che ha prodotto il film-documentario ‘La valle incantata‘.

Uno spazio particolare, all’interno dell’allestimento, sarà dedicato a Jean Baptiste Camille Corot che con le sue vedute del Ponte di Augusto e della Cascata ha cambiato radicalmente la percezione di questi luoghi. Il video ‘Corot racconta se stesso’, attraverso le parole dello stesso artista, uno dei più celebri del XIX secolo, rappresenterà i momenti più importanti dei primi 30 anni della vita del pittore e della sua permanenza nella valle ternana (datata 1826), esaltando il tutto con ricostruzioni virtuali e grafiche.

Il cinema 6D

Il percorso dell’allestimento si concluderà con una proiezione all’interno delle due salette del cinema 6D. Qui verrà proiettato un video stereoscopico con effetti sensoriali in sala e movimenti dinamici, che simuleranno un volo sulla valle incantata attraverso un mix tra le opere dei plenaristi e le immagini reali realizzate con droni. In un’animazione spettacolare, accompagnato da un uccello variopinto – un martin pescatore – lo spettatore intraprenderà un viaggio tra Narni, la valle ternana, la Cascata delle Marmore, Papigno, Piediluco, ripercorrendo l’itinerario che gli stessi artisti seguivano per raggiungere il loro ideale punto di osservazione.

Sarà un viaggio aereo, ma talvolta anche terrestre, nella valle ternana dell’epoca. L’effetto della proiezione tridimensionale sarà di totale immersione.

Il Museo diffuso

Ma non finisce qui. Il progetto, infatti, non riguarda solo la Cascata delle Marmore. Ha preso forma anche il Museo diffuso, un itinerario articolato in diverse tappe, lungo tutta la valle del fiume Nera.

L’idea fondante è quella di rievocare e mostrare i dipinti dei pittori en plein air, attraverso riproduzioni fotografiche collocate nei luoghi salienti della valle ternana, esattamente dove gli artisti li realizzarono due secoli fa, ricostituendo ‘in loco’, almeno in parte, il grande patrimonio di opere attualmente disperso in collezioni e musei. Il visitatore potrà così rivivere l’emozione provata dagli artisti, in molti punti infatti il paesaggio è rimasto intatto e mantiene ancora tutta la suggestione e la magia di quell’epoca.

L’itinerario, strutturato in aree di sosta attrezzate dove sono presenti totem informativi con le riproduzioni fotografiche dei dipinti e notizie storico artistiche, comprende i luoghi rappresentati dai quadri da un gran numero di pittori attivi in quel tempo, in particolare:

Dal 10 novembre l’allestimento e il cinema 6d saranno aperti ogni sabato e domenica negli orari di apertura della biglietteria della Cascata. Il costo sarà di 4 euro a persona.

Leggi Anche

Artena, settimana speciale al Museo del Rugby prima di Italia-All …

All Blacks il mito oltre la metà. L’inaugurazione dell’esposizione della maglia All Blacks, The Originals …