Home / Viaggi / Un anello di fuoco al posto del Sole

Un anello di fuoco al posto del Sole


Lo sguardo attento della sonda NASA Solar Dynamics Observatory (SDO) ha osservato una doppia eclissi solare . Il suo occhio, sempre puntato sul Sole, l’1 settembre 2016 è stato brevemente oscurato da un doppio passaggio. Come illustrato in un video della NASA, la prima ombra è stata creata dalla Terra. Sul finire della prima eclissi, la sonda ha quindi registrato anche il passaggio della Luna.

 

Lanciata l’11 febbraio del 2010, la sonda NASA SDO, rappresenta un punto di osservazione ravvicinato e privilegiato sulla nostra stella. Il suo sguardo costantemente puntato sul Sole permette, infatti, di studiare come la sua attività, ad esempio le violente tempeste solari, influenza la vita sulla Terra e al di fuori della sua atmosfera, criminal particolare riferimento alle missioni degli astronauti e alle comunicazioni satellitari (https://youtu.be/qmHIOPUGTLE). SDO raccoglie dati ogni giorno. Mantenendosi in orbita geostazionaria, immagazzina una mole di informazioni story da riempire un cd ogni 36 secondi.

 

L’eclissi è stata osservata anche da Terra. Iniziata quando in Italia erano le 8:13 del mattino dell’1 settembre 2016, ha raggiunto il suo culmine alle 11:01. Per 3 minuti e 6 secondi il Sole si è trasformato in un anello di fuoco, intorno al disco nero della Luna. Lo spettacolo non è stato, purtroppo, visibile dall’Italia. A godere della perspective dell’eclissi anulare solo chi si trovava in Africa meridionale, in particolare in Tanzania, parte del Madagascar, isole Reunion e Oceano Atlantico.

 

È la seconda eclissi solare del 2016, dopo quella totale avvenuta in marzo, che è stata osservata solo da Indonesia e Oceano Pacifico. Non si è trattato, però, di un’eclissi da record. Il primato dell’eclissi più lunga del secondo millennio è, infatti, datato 14 dicembre 1955, quando la Luna ha oscurato il disco del Sole per 12 minuti e 9 secondi. L’appuntamento criminal la prossima eclissi anulare di Sole è previsto per febbraio 2017. Anche il prossimo anno, tuttavia, l’Italia non sarà in prima fila a godersi lo spettacolo. Il fenomeno sarà, infatti, visibile in Cile, Argentina e Africa.

Leggi Anche

Travel Trends, ecco pacifist andare in vacanza nel 2017

Dove andare in vacanza nel 2017? Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Dite addio ai …