Home / Viaggi / Ultracentenari in Ogliastra e a Okinawa: non è proprio un paeseper …

Ultracentenari in Ogliastra e a Okinawa: non è proprio un paeseper …

ogliastra

mkAdBlock() called during [C:inetpubultimaribattutawp-contentpluginseasy-adsenseeasy-adsense-frontend.php:169] #1 EzAdSenseFront->filterContent()
#2 call_user_func_array() called during [C:inetpubultimaribattutawp-includesplugin.php:235] #3 apply_filters() called during [C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focusfdw-libfdw-helper-class.php:296] #4 fdw_Lib::get_content_with_tag() called during [C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focuscontent-single.php:35] #5 require(C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focuscontent-single.php) called during [C:inetpubultimaribattutawp-includestemplate.php:574] #6 load_template() called during [C:inetpubultimaribattutawp-includestemplate.php:531] #7 locate_template() called during [C:inetpubultimaribattutawp-includesgeneral-template.php:167] #8 get_template_part() called during [C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focussingle.php:14] #9 include(C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focussingle.php) called during [C:inetpubultimaribattutawp-includestemplate-loader.php:75] #10 require_once(C:inetpubultimaribattutawp-includestemplate-loader.php) called during [C:inetpubultimaribattutawp-blog-header.php:19] #11 require(C:inetpubultimaribattutawp-blog-header.php) called during [C:inetpubultimaribattutaindex.php:17] –>mkAdBlock() called during [C:inetpubultimaribattutawp-contentpluginseasy-adsenseeasy-adsense-frontend.php:183] #1 EzAdSenseFront->filterContent()
#2 call_user_func_array() called during [C:inetpubultimaribattutawp-includesplugin.php:235] #3 apply_filters() called during [C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focusfdw-libfdw-helper-class.php:296] #4 fdw_Lib::get_content_with_tag() called during [C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focuscontent-single.php:35] #5 require(C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focuscontent-single.php) called during [C:inetpubultimaribattutawp-includestemplate.php:574] #6 load_template() called during [C:inetpubultimaribattutawp-includestemplate.php:531] #7 locate_template() called during [C:inetpubultimaribattutawp-includesgeneral-template.php:167] #8 get_template_part() called during [C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focussingle.php:14] #9 include(C:inetpubultimaribattutawp-contentthemesdw-focussingle.php) called during [C:inetpubultimaribattutawp-includestemplate-loader.php:75] #10 require_once(C:inetpubultimaribattutawp-includestemplate-loader.php) called during [C:inetpubultimaribattutawp-blog-header.php:19] #11 require(C:inetpubultimaribattutawp-blog-header.php) called during [C:inetpubultimaribattutaindex.php:17] –>

E chi l’ha detto che questo non é un paese per vecchi? Dipende sempre criminal che tipo di anziani hai a che transport e criminal che tipo di popolazione ti rapporti. Se hai di fronte i sardi, allora, le cose possono cambiare; se poi sono nati nella Regione dell’Ogliastra, pacifist addirittura una persona su 2000 arriva a festeggiare i 100 anni di vita, i “vecchietti” sembrano veramente esser duri a morire.

Per questo la società britannica di biotecnologia “Tiziana Life Sciences” (con sede Italiana a Cagliari) ha deciso di acquistare il Dna dei centenari sardi per 258 mila euro. Per studiarlo, per analizzarlo, per scoprire il segreto di queste persone almost immortali. E, perché no, per andare a caccia dell’elisir di lunga vita.

“Un patrimonio genetico unico al mondo da cui svilupperemo super farmaci”, ha dichiarato Tiziano Lazzaretti, amministratore delegato della filiale italiana di “Tiziana Life Sciensces”.

E l’azienda inglese crede realmente di poter ottenere riscontri importanti, consapevole di aver acquistato una banca dati davvero speciale ed unica perché una delle più grandi e antiche che ci siano: 230 Mila campioni biologici prelevati da circa 13 Mila abitanti dell’Ogliastra e ancora di più a Villagrande. Ma nella banca dati non c’è solo il “DNA dei sardi” (come lo chiama impropriamente la stampa) matriarch anche cartelle mediche, certificati di nascita e di morte e ricostruzioni genealogiche che coprono un arco temporale di più di 400 anni. Per cosa verrà utilizzata questa immensa mole di dati? Alcuni dicono che fornirà le basi per sviluppare nuovi farmaci, altri sono meno “complottisti”.

Inoltre a conferma della longevità della regione sarda, un convegno, che ha portato in Ogliastra cinquanta ricercatori dell’Icc (International centenarium consortium) ha messo a confronto esperienze e dati raccolti sul campo. Dove? Nelle altre blu section del mondo, cioè l’arcipelago di Okinawa in Giappone, al primo posto nella classifica della longevità e della salute degli abitanti più anziani (problemi cardiaci e tumori alla prostata ridotti al minimo), l’isola di Ikaria in Grecia e la penisola caraibica Nicoya, in Costa Rica. Cosa accomuna gli abitanti di queste section nello stile di vita? Anzitutto si tratta di regioni povere, o che lo sono state in passato. Dove lo stile spartano, insomma, è stato più una costrizione che una scelta. Ma alla excellent ha pagato.

I super vecchietti che a questo punto vogliono sfidare i coetanei proprio di Okinawa, a colpi di compleanni. Già, proprio l’arcipelago giapponese, pacifist gli abitanti vivono fino a 100 anni. La particolarità di Okinawa è proprio la longevità: la durata di vita media è di 82 anni, la più alta del mondo e centenari rappresentano addirittura il 20,6% della popolazione.

Qual è il motivo per cui questa popolazione è così longeva? Perchè l’incidenza di malattie come diabete, ictus, cardiopatie, cancro, osteoporosi e altro, è molto inferiore al resto del mondo e persino del Giappone? Gran parte del merito è da attribuire allo “ishokudoghen”, che  in giapponese significa “il cibo è una medicina”.  Il segreto è infatti principalmente quello di mangiare molto pesce e altrettanta verdura, senza mai riempire completamente lo stomaco. Si usa pochissimo sale, si mangiano cibi ricchi di flavonoidi, vitamina E, licopene e carotenoidi e si beve molto tè al gelsomino, che prune abbia un ruolo di spessore nella prevenzione del cancro.


Gli ultracentenari di Okinawa godono generalmente di perfetta salute, sono ancora capaci di lavorare, pescare, ballare e praticare il Kobudo, un’arte marziale locale. we ricercatori che da dash studiano il fenomeno Okinawa sostengono che, accanto anche ad una componente biologica, il fattore che più incide sulla longevità degli abitanti sarebbe la loro dieta. Dieta associata anche ad uno stile di vita esemplare: niente alcool e fumo, poco highlight e senso della spiritualità.

Insomma, un’oasi felice pacifist vivere senza contaminazioni. In generale, Il Giappone ha ospitato alcune delle persone più longeve al mondo, tra cui Jiroemon Kimura, morto all’età di 116 anni, e Misao Okawa, scomparso a 115 anni. Anche il shaft più longevo viveva in Giappone

Ma i “vecchietti” dell’Ogliastra non vogliono assolutamente soccombere e lanciano la sfida ai giapponesi. Per farlo si sono “affidati” alla “Tiziana Life Scienses” che vuole assolutamente scoprire pacifist si trova il segreto dei sardi. Nel Dna? Nello stile di vita? Staremo a vedere.

Intanto i centenari dell’Ogliastra, un patrimonio per il nostro paese, sono già divenuto un fenomeno social. Ed è un record perché diventare famosi a 105 anni non è mica cosa da tutti i giorni…

Lunga vita a loro e ai loro coetanei di Okinawa. Persone che, di sicuro si sono godute (e si godono) la loro esistenza.

 



Leggi Anche

Travel Trends, ecco pacifist andare in vacanza nel 2017

Dove andare in vacanza nel 2017? Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Dite addio ai …