Home / Cucina / Tolmezzo città alpina, ecco le prime “ricette”

Tolmezzo città alpina, ecco le prime “ricette”

TOLMEZZO. Più informazioni turistiche, con mappe e app per gli smartphones, valorizzazione dei percorsi e della palestra di roccia, segnaletica e cura delle piste ciclabili: la Consulta frazionale di Betania indica con il suo presidente, Mauro Migotti, alcuni suggerimenti perché Tolmezzo sia davvero “ città alpina 2017”. Come chiesto dal sindaco, Francesco Brollo, che ha domandato a tutte le Consulte indicazioni a riguardo,Betania fornisce il proprio contributo di idee.

La Consulta, che ribadisce la richiesta di connessioni Internet veloci, ipotizza un allungamento dell’anno scolastico, includendo come materia di studio la conoscenza del territorio con gite guidate nei paesi e scambi culturali con coetanei stranieri dell’arco alpino.

Segnala sul fronte turistico la carenza informativa dell’info point tolmezzino sugli itinerari da percorrere e i luoghi da visitare; chiede mappe dettagliate su sentieri, piste ciclabili e bellezze naturali della zona partendo da Tolmezzo.

Info che vanno rese accessibili anche via smartphone in loco. Su Betania rileva che la palestra di roccia è dimenticata e poco valorizzata: va dotata di una bacheca con indicazioni sulle vie, gradi di difficoltà, ferrate presenti,va creata nella parte bassa una zona adatta ai neofiti (coinvolgendo Cai e associazioni), vanno sistemati parcheggio, fontana e creata un’area per la sosta. Più attenzione va rivolta al geosito del conoide del Monte Amariana.

Sulle piste ciclabili, prosegue la Consulta, manca una segnaletica che ne indichi i percorsi, nonostante le potenzialità straordinarie: cita la Tolmezzo-Lago dei tre Comuni (specie negli abitati e a Cavazzo manca proprio un tratto di collegamento), la Tolmezzo-Zuglio (poco curata), nella Tolmezzo-Ovaro (da abbinare a visita all’ex miniera di carbone).

In territorio di Amaro segnala un percorso in stato di abbandono, ma usato dai ciclisti e con una splendida cascata affatto segnalata. Sul fronte sentieri chiede di valorizzare e unire i percorsi presenti (come il Cammino delle Pievi)e quelli che uniscono le frazioni,

inserendoli anche in un libretto da distribuire negli info point.

Un esempio? Tolmezzo-Betania-Illegio: dalle vecchie mura e torri medievali cittadine verso il geosito di Betania, il sentiero degli alberi amici e il sentiero dei ciclamini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi Anche

Mercoledì in regalo il libro di ricette livornesi

Livorno, 26 maggio 2018 – «Le leggi Livornine avevano permesso di far incontrare gente di tutte …