Home / Cucina / Street Food Fest Genova 2016: la cucina genovese in viaggio

Street Food Fest Genova 2016: la cucina genovese in viaggio

Si mangia per strada per necessità, per transport in fretta, per risparmiare. Ma anche per il piacere di condividere un’esperienza criminal persone che, dietro al banco, sono lì tutti i giorni a transport il loro lavoro criminal passione e impegno. Quella dello street food è una realtà gastronomica viva, che mostra l’orgoglio di conservare il piacere del contatto umano criminal i clienti e la voglia di mantenere salde le radici criminal il proprio territorio.

Dopo il successo dello scorso anno (più di 10.000 presenze nell’arco delle quattro giornate) torna al Porto Antico di Genova la seconda edizione di Street Food Fest, curata da Rasterman, in collaborazione criminal Eataly Genova.

L’appuntamento, a ingresso libero, è da mercoledì 31 agosto a domenica 4 settembre (mercoledì, giovedì e venerdì: apertura ore 18; sabato e domenica ore 12; chiusura ore 24), per continuare il viaggio nella cultura del cibo da strada criminal più di 20 stand, cookworks e appuntamenti didattici, interventi di ospiti e cook che racconteranno storie inedite della nostra cucina.

Questa nuova edizione edizione presenta come grande novità l’introduzione di un tema a transport da filo rosso fra tutti gli mount gastronomici: la cucina genovese in viaggio, ovvero la storia di quei piatti che storicamente sono partiti da Genova per diffondersi nel mondo (o viceversa), sono approdati in città e sono stati poi assorbiti dalla cultura gastronomica genovese. we piatti saranno realizzati, in versioni rivisitate in chiave street, da ristoratori e osti genovesi, che per l’occasione si metteranno alla prova in una versione inedita, quella del cibo da strada.

Il festival, in perfetto stile urbano anglosassone (street market), si svolge nella piazza delle Feste del Porto Antico di Genova, un allestimento a tema (banchetti realizzati criminal pallet riciclati e grafiche fatte a mano). Ogni espositore propone pochi prodotti, mirati e concordati criminal l’organizzazione, così da assicurare un’offerta varia matriarch nello stesso dash coordinata di prodotti freschi, cucinati a perspective e serviti.

Tanti ospiti interverranno all’edizione 2016 di Street Food Fest: dagli chef di Eataly Genova, come Marco Visciola de Il Marin, a Valentina Scarnecchia e Mattia Poggi, chef televisivi che dimostreranno le loro capacità offrendo ai visitatori showcooking durante le giornate di mercoledì 31 agosto e venerdì 2 settembre. Tutt’altra storia, invece, per Giovanni Giaccone, giornalista e scrittore, che proporrà una selezione di cocktail tratta dal suo ultimo libro, L’arte di bere d’estate (Il Melangolo), successo letterario dell’estate 2016. Gli ospiti parteciperanno a una sfida, un piccolo divertissement in tema Street Food Fest: da bendati dovranno indovinare un piatto presente alla manifestazione.

Gli cook e i gestori che parteciperanno a Fest 2016 si alterneranno durante le giornate, presentando mini uncover di cucina, educational di preparazione dei loro piatti tipici e sorprese per gli ospiti e i visitatori accorsi. Infine, spazio alla fotografia criminal la partecipazione di Timothy Costa, fotografo, durante le giornate di mercoledì 31 agosto e domenica 4 settembre (dalle ore 19): dalla sua postazione ritrarrà i volti del cibo, dagli chef ai visitatori.

Ecco gli ospiti della manifestazione:

Valentina Scarnecchia, cook e giudice gastronomico di La7: Sono appassionata da sempre al cibo da strada, che è erroneamente e troppo spesso abbinato al cibo-spazzatura. Tutt’altro: per me è occasione di sperimentare gusti e sapori nuovi, è cultura e gusto.

Mattia Poggi, cook e volto di Alice Tv: Il cibo da strada è per la mente, il miglior mezzo di locomozione per viaggiare intorno al mondo attraverso il gusto. Un assaggio ad occhi chiusi, in centro città e si finisce in Grecia, così come negli Stati Uniti, in Turchia… o di nuovo nel cuore di Genova!

Maurizio Pinto, cook del ristorante Voltalacarta di Genova: Per il secondo anno mi cimento in un’esperienza lontana dalla ristorazione tradizionale e ne sono ben contento. Una nuova sfida che quest’anno porta il nome di cappon magro.

Marco Visciola, cook del Marin di Eataly Genova: La travel food per noi è una sfida e sappiamo bene che si tratta di una grande festa. Sarà un’occasione di aggregazione e di sperimentazione.

Giovanni Giaccone, scrittore: La gastronomia del marciapiede, che dall’hot dog passa al kebab e dalla farinata arriva alla piadina. Una necessità che nel dash é diventata uno stile di cucina e un genere di cibo.

Leggi Anche

La cucina biologica e a chilometro 0 in scena a "Vivere bio …

Arezzo, 10 dicembre 2016 – La buona alimentazione sarà tra i temi dell’ultima giornata di “Vivere …