Home / Cucina / Storia e cucina firmata Da Vittorio al chiostro di San Francesco

Storia e cucina firmata Da Vittorio al chiostro di San Francesco

Tre serate assolutamente esclusive in cui storia e alta cucina si incontrano per offrire l’occasione irripetibile di compiere un viaggio tra le suggestive atmosfere di luoghi antichi e le percezioni del gusto. Un’opportunità unica per visitare, in forma riservata, i musei storici della città, ospitati all’interno di prestigiosi palazzi e monumenti, e per vivere per la prima volta nell’incantevole cornice del Convento di San Francesco un evento fatto di tradizione e innovazione con l’alta cucina del Ristorante Da Vittorio firmata dai fratelli Cerea. Ogni appuntamento permetterà di scoprire un luogo nuovo e la sua storia.

 

IMG_4416

 

I tre appuntamenti. Si parte lunedì 20 giugno con la salita all’antica torre medievale, meglio nota ai bergamaschi come il Campanone, che, con i suoi 54 metri di altezza, offre un’imperdibile vista sulla città. Si prosegue domenica 10 luglio con un invito al Palazzo del Podestà, per immergersi nella sua splendida atmosfera rinascimentale. Si conclude un’altra domenica, il 24 luglio, contemplando l’architettura del duecentesco Convento di San Francesco con i suoi affreschi. E proprio quest’ultima sarà anche la location delle tre cene: nel Chiostro del pozzo e sulla terrazza panoramica del convento di San Francesco, il gusto dell’alta cucina stellata di Da Vittorio stupirà gli ospiti con tre diverse proposte d’eccezione.

 

famiglia cerea

 

La meravigliosa location. Proprio l’ex convento di San Francesco è oggi la sede della Fondazione Bergamo nella Storia, che organizza queste tre serate veramente uniche con la collaborazione della famiglia Cerea. La location scelta per le cene è quanto di meglio si potesse trovare. Il chiostro maggiore, con la sua forma rettangolare, è anche chiamato delle Arche perché qui venivano sepolti i nobili bergamaschi. Per questo era noto anche come il chiostro dei morti. Belli i capitelli nella sequenza delle arcate; peccato che gli affreschi trecenteschi siano stati persi con i lavori che nei secoli hanno segnato la fisionomia del chiostro. Un corridoio stretto in discesa porta poi all’altro chiostro, più piccolo, disposto su tre lati, perché il quarto è aperto sulle montagne e sulla parte Nord-orientale della città. È chiamato chiostro del Pozzo per via della capiente cisterna che ancora sta al centro del suo perimetro quadrato.

 

Chiostro San Francesco 2_784_21946

 

Un’occasione unica. «Con questa iniziativa – sottolinea il direttore scientifico della Fondazione Bergamo nella Storia Roberta Frigeni – vogliamo rendere protagonista uno dei luoghi più antichi e suggestivi della città. Si tratta del Convento di San Francesco: un luogo ricco di storia e di fascino che, grazie alla collaborazione con i fratelli Cerea, apre le porte per tre serate con una proposta culturale e di intrattenimento di altissimo valore». L’appuntamento è alle ore 19.30 per la visita guidata e si proseguirà poi con la cena nel Chiostro a partire dalle 20.30. Il costo a persona è di 90 euro e comprende ingresso al museo, visita guidata e cena.

Leggi Anche

Sanità, la Regione in commissione riduce i ticket sulle ricette …

Riduzione in vista per i ticket sanitari sulle ricette mediche. I cittadini non esenti, infatti, …