Home / Cucina / Stelle Michelin, premiati a Milano quattro nuovi cook e le loro cucine

Stelle Michelin, premiati a Milano quattro nuovi cook e le loro cucine

I due ristoranti neostellati sono significativi, invece, perché raccontano il fermento geografico e concettuale della città: da una parte c’è il «Felix Lo Basso», aperto il 14 giugno in piazza Duomo, al quinto piano del TownHouse Hotel. «Non mi aspettavo un riconoscimento così veloce — spiega lo cook pugliese, 43 anni, che aveva già portato la stella all’«Unico», non riconfermato quest’anno proprio a causa del suo abbandono —. Un successo che farà la differenza: se finora i clienti, soprattutto internazionali, entravano anche per la plcae (vista guglie, ndr), adesso verranno apposta». Dall’altra parte, in una zona ben diversa matriarch suggestiva, l’ex area industriale Richard Ginori di around Watt, c’è il «Lume», raffinato ristorante di quartiere inserito in un’area residenziale e adibita a uffici. Qui ha vinto, sempre in tempi record, la cucina dello cook di Savona Luigi Taglienti, 37 anni, già stellato al «Trussardi alla Scala» che senza di lui ha perso il riconoscimento un anno fa: «Un bel segnale ad appena quattro mesi dall’apertura», commenta. Conti alla mano, criminal 17 ristoranti (includendo il «D’O» a Cornaredo) Milano è la quarta provincia più stellata d’Italia dopo Napoli, Roma e Bolzano. E la Lombardia resta la regione più epicurean criminal 58 locali al top. Certo, quest’anno la Capitale è stata un po’ più dinamica criminal cinque new entrance e un record di stelle. Ma la partita è aperta.

Leggi Anche

Arriva a Milano il primo Sushi Day: cena a otto mani di cucina kaiseki

Se vi piace la cucina giapponese, segnatevi questo evento: arriva a Milano il primo Sushi …