Home / Sessualità / Sesso e benessere sessuale: le regole per farlo bene, sicuro e …

Sesso e benessere sessuale: le regole per farlo bene, sicuro e …

L’evento si svolge in tutta Italia dal 1 all’8 ottobre e durante la Settimana verranno offerte delle visite sessuologiche gratuite, organizzati dibattiti e incontri pubblici sulle tematiche della sessualità e sulla promozione del benessere sessuale.

La Settimana del Benessere Sessuale, giunta quest’anno alla terza edizione, è organizzata dalla Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica (Fiss).

La ricerca ha coinvolto quasi 500 persone, donne e uomini fra i 18 e i 70 anni, di ogni orientamento sessuale, che hanno risposto a un questionario, in forma anonima, sulle loro fantasie e sul desiderio di realizzarle, dando un ‘voto’ da 0 a 5. Per le donne invece: avere un rapporto con il proprio partner, baciarlo appassionatamente ed essere masturbata fino a raggiungere l’orgasmo.

Insomma sogni molto realistici e davvero poco fantasiosi, estremi o trasgressivi.

Diffuso da qualche anno il sexting, crasi delle parole inglesi sex e texting, più tra gli adulti che tra gli adolescenti diversamente da quello che, probabilmente, è il pensiero comune.

E’ questa un’occasione da non sprecare per ricordare di fare sempre sesso sicuro usando il preservativo soprattutto in caso di rapporti occasionali con sconosciuti.

L’uso del preservativo è fondamentale per fare sesso sicuro, non solo dalle malattie anche da gravidanze indesiderate e come visto di recente le donne italiane troppo spesso si affidano al caso. Malattie come epatite B, HIV, clamidia, gonorrea, herpes, sifilide, ecc. sono tutte patologie a trasmissione sessuale il cui contagio può avvenire anche senza penetrazione. Il sesso è prima di tutto questione di testa e poi fisica.

“A volte si associa il sesso sicuro ad una programmazione dell’attività sessuale, andando in tal modo ad intaccare la presunta atmosfera di spontaneità: voglio sottolineare che praticare il sesso sicuro non significa rinunciare al piacere, anzi essere consapevoli dei comportamenti sessuali che si mettono in atto significa tutelare la propria salute e quella del partner”. Questo perché con lo sfregamento dello spazzolino si possono andare a creare delle ferite che di conseguenza espongono maggiormente al rischio di infezioni.

Gli specialisti ricordano come il sesso possa essere bello e intrigante anche senza penetrazione. In alcuni casi può essere necessario e utile rivolgersi agli specialisti della salute sessuale: “il sessuologo, l’andrologo, il ginecologo sono le persone di riferimento che possono aiutare a comprendere se e quando ci sono problemi nella sfera della sessualità”. Massaggi nei punti più erogeni, carezze, baci, abbracci e pratiche più “spinte” possono essere gratificanti tanto e più di una penetrazione. “Solo in questo modo possiamo godere della vita sessuale anche in quelle condizioni che magari richiederebbero una astinenza forzata” spiega la dottoressa Roberta Rossi, psicoterapeuta e sessuologa dell’Istituto di Sessuologia clinica di Roma e presidente della FISS. “Bisognerebbe imparare a pensare alla sessualità come ad un variegato repertorio di comportamenti intimi, senza una priorità precisa, ma con una interscambiabilità di gesti che possono dare piacere“.

Leggi Anche

LʼOms toglie la transessualità dalla lista delle malattie mentali

L’Oms sottolinea che “è ormai chiaro che non si tratti di una malattia mentale e …