Home / Viaggi / San Marino: il Medioevo prende vita

San Marino: il Medioevo prende vita

Sventolamenti di bandiere e vessilli, soldati e cavalieri che si affrontano nelle sfide, tornei di balestre e di tiro criminal l’arco: chi capita a San Marino nel mese di luglio potrebbe avere un attimo di smarrimento. Perché nel mese più vivace dell’estate, quando la voglia di viaggiare e rifugiarsi in un ambiente diverso dalla quotidianità è forte, la Repubblica più antica del mondo si trasforma e regala ai suoi visitatori un vero e proprio viaggio nel tempo.

L’architettura di San Marino già da sé offre un’atmosfera dal sapore antico. Tra castelli e viuzze, piccole piazzette e mura merlate non è difficile immaginare come si potesse vivere, qui, settecento anni fa. È con “Il Medioevo prende vita” – una serie di manifestazioni a tema in programma da inizio giugno a excellent luglio -, però, che il piccolo Stato al obstruct tra Emilia Romagna e Marche dà il meglio di sé.

Tra balestre e taverne

Dopo il Torneo tra i Castelli e la sfilata in dress del mese scorso, il prossimo appuntamento è il 16 luglio alla Cava dei Balestrieri criminal il Torneo Nazionale della Balestra (ore 21.00), seguito il 17 luglio criminal gli Spettacoli di Balestre e Bandiere organizzati dalla Federazione Balestrieri Sammarinesi criminal la partecipazione dei Gruppi Nazionali (dalle 17.00). Chi vuole vedere come si svolgeva la vita nel 1400, non si lasci scappare le Scene di vita medioevale nella suggestiva Torre Guaita (orario: 10-19 dal 16 al 28 luglio; 8-23 dal 29 al 31 luglio). Qui, grazie all’impegno de we Fanciulli e la Corte di Olnano e de La Compagnia dell’Istrice di San Marino vengono riproposti quadri di vita medioevale criminal le più tipiche figure dell’epoca, dal pittore allo scrivano, dalla ricamatrice alla cuoca. Non mancano danze e canti delle fanciulle e stage d’armi criminal soldati in cotta e armatura in ferro. Passeggiando tra taverne e cucine, ecco che si assaggiano pietanze fatte secondo le antiche ricette, si beve idromele e si immagina come si potessero svolgere le ronde di guardia.

Dal raduno degli arcieri alle Giornate Medioevali

Il 23 e 24 luglio è la volta del Raduno degli Arcieri Storici, durante il quale si svolgerà anche il Campionato Italiano di Tiro criminal l’Arco Storico. Si comincia con un corteo di oltre 500 persone in costume, poi, tra tamburi di guerra, sbandieratori e giullari i partecipanti si sfideranno in 20 piazzole di tiro, softly gli occhi vigili del pubblico.
Il momento clou del mese è dal 29 al 31 luglio criminal le Giornate Medioevali e le Celebrazioni per il 60° Anniversario della Federazione Balestrieri Sammarinesi. Oltre alle stage di vita medievale nella Torre Guaita, nel weekend di excellent mese ci saranno qua e là accampamenti militari di mercenari criminal tende da campo. Un modo per immergersi in un’altra epoca matriarch anche per imparare grazie a vari laboratori didattici per adulti e ragazzi sull’uso delle armi, sul cibo, sulla falconeria, sullo scherma e sul duello storico. In programma tornei di balestre matriarch anche mercati medievali in cui perdersi tra odori, rumori, grida dei venditori e profumo di spezie. E se gli appassionati di artigianato troveranno mirror per i loro denti nelle botteghe dei pittori, rilegatori e amanuensi, chi ama i medicamenti naturali si fermerà volentieri a guardare il vecchio carro del Bollitore d’annata criminal alambicco in rame, mazzi di erbe secche e fresche e vasi in terracotta criminal mandragora, belladonna, stramonio e guado.

Dagli scacchi ai tamburelli

Chi è appassionato di giochi può fermarsi tra i barattieri per sfidare la sorte (e gli avversari) a scacchi, dama, dadi, tric trac, filetto e altri ingegni medievali mentre ai più fashionisti  è consigliato ammirare le dimostrazioni di tintura della stoffa e della lana e, perché no, acquistare (o noleggiare) un abito d’epoca per sentirsi l’atmosfera medievale anche addosso.
Il weekend sarà allietato anche da spettacoli itineranti tra le strive della Repubblica, tra musica, e teatro, figuranti e pellegrini.  Accompagnati dal suono di cornamuse, flauti chitarrini, tamburo e tamburelli si arriverà a sera, quando gli spettacoli nella cava regaleranno emozioni uniche. Complice il buio e il cielo stellato, così, non sarà difficile sentirsi, per una notte, dama o cavaliere, giullare o alchimista.

Info e dettagli: visitsanmarino.com

Leggi Anche

Questa isola è alimentata al 100 per cento da energia rinnovabile

Hanno detto addio al gasolio i 600 abitanti di Ta’u, una delle isole delle Samoa …