Home / Cucina / Sal De Riso Costa d’Amalfi. A Minori dolci, …

Sal De Riso Costa d’Amalfi. A Minori dolci, …

La nuova sfida di Salvatore De Riso

Si chiama Sal De Riso Costa d’Amalfi e l’insegna non fa mistero del principale motivo d’orgoglio per uno dei maestri pasticceri che la fama del made in Italy gastronomico l’ha portata in giro per il mondo: Salvatore De Riso apre proprio nel cuore della Costiera, sul lungomare di Minori, la sua città, con un’insegna a gestione diretta (dopo la separazione dal fratello) che riserverà più di qualche sorpresa agli affezionati delle sue delizie al limone e torte ricotta e pera. Inaugura oggi, con il favore di una bella serata di inizio estate con vista sul mare, il multistore gastronomico concepito dal pasticcere che ha lavorato per mesi al nuovo progetto, rinnovando i 250 metri di locale rilevato nella sua città d’origine per garantire uno sfogo in più alla produzione dell’azienda dolciaria (rigorosamente artigianale) di Tramonti, dove lavora una squadra di circa 60 persone, cui presto si aggiungeranno altre 20 figure professionali qualificate selezionate per gestire cucine, laboratori e sala del nuovo punto vendita. Fermo restando il catalogo di dolcezze, molte delle quali inventate negli ultimi decenni di attività da Sal De Riso e oggi entrate di diritto tra i grandi classici delle tradizione campana, il negozio di Minori scommette su un’anima da bistrot, suddiviso in quattro macro aree tematiche.

Pasticceria con cucina. E pizzeria

Nei laboratori a vista le brigate produrranno torte e lievitati per la colazione, ma anche dolci al cucchiaio disponibili per l’asporto o da consumare in loco. Poi c’è la gelateria, con trenta gusti diversi tra specialità della casa e nuove proposte, come il Tirabaci – uno stecco goloso al cioccolato biondo Valrhona con aggiunta di granella di frutta pralinata, meringa, riso soffiato e cereali – alla sua prima uscita. Ma la vera novità è la cucina, con piatti della tradizione campana e della Costiera, dal sartù di riso ai peperoni ripieni, e proposte che strizzano l’occhio al bistrot informale: hambuger di chianina e fassona, insalate, centrifugati ed estratti di frutta e verdura. E ancora la pizza di Diodato Pironti, in versione classica napoletana da farina Mulino Caputo e gourmet da farine ricche di cereali come quelle del Molino Dalla Giovanna. In totale una carta con 5 classiche e 13 gourmet farcite con prodotti del territorio e a marchio Dop e Igp; in accompagnamento le birre artigianali di Baladin. Mentre chi vorrà accomodarsi in pasticceria potrà scegliere tra una ricca offerta di caffetteria, miscele e tè Dammann Freres compresi o cioccolata in tazza Domori e Valrhona. Disponibile anche un dehors esterno per la bella stagione, che a Minori si protrae per gran parte dell’anno. A dirigere l’attività Sal De Riso e sua moglie Anna, che supervisioneranno i diversi settori. In cucina lo chef Piervincenzo Manzi, dietro al bancone del bar Andrea Minerva e Michelangelo Giordano, direttore e uomo di fiducia (di lunga data) Carmine Porpora.

 

Sal De Riso Costa d’Amalfi | Minori (SA) | via Roma, 80 | inaugurazione il 28 giugno, dalle 19 | tel. 089 877941


Leggi Anche

Accademia italiana della cucina: la conviviale e il premio ai cuochi …

La delegazione di Cortina d’Ampezzo dell’Accademia italiana della cucina ha conferito giovedì 17 maggio, in …