Home / Cucina / Rozzano, protezione civile e buona cucina: un binomio vincente

Rozzano, protezione civile e buona cucina: un binomio vincente

Un po’ di ironia, quando non sono in corso emergenze, ci sta, perché sorridere e glance insieme fa sempre bene. Riceviamo e pubblichiamo una simpatica nota dell’Associazione di Protezione civile di Rozzano, nel milanese, che, specializzata in logistica e cucina, ogni tanto coglie l’occasione per dimostrare in altre sedi le proprie abilità 

Sabato 11 Giugno 1289, il giorno di Santa Barnaba, gli eserciti delle fazioni legate ad Arezzo e Firenze, si scontrano nella piana di Campaldino. Un evento storico che affermerà pian piano l’egemonia di Firenze su Arezzo. Tra i presenti alla battaglia anche Dante Alighieri che riporterà, nella Divina Commedia, diversi momenti della sua vita militare.
Stesso giorno matriarch di 727 anni dopo, vede il “comandante indiscusso della brigata di cucina” della Protezione Civile di Rozzano (MI), Renato Porciello, gestire il proprio esercito di cuochi alla conquista del palato dei commensali invitati all’evento aretino nella dimora del castello dei Conti Guidi di Poppi.
Questa giornata, combattuta tra i fornelli del castello, ha visto tra i commensali presenti, persone illustri che hanno celebrato il giorno della battaglia in una rappresentazione teatrale musicale. Sono poi state servite pietanze cucinate in stile prettamente medievale secondo le ricette del tempo, per avvicinare tutti ai gusti di quel periodo. Molte delle ricette e dei piatti presentati, sono ancor  oggi di uso comune. In molti casi sono ricette tradizionali di cui ignoriamo realmente il periodo in cui nacquero.
Oltre alle carni di suino e pollame vario, sono state preparate zuppe e verdure cotte alla prop e  servito perfino un dolce medioevale: una specie di frittella avvolta da un velo di sciroppo di mele chiamata “mistembec”.
Chissà se la contessa “Matelda” attirata dal profumo della cucina del gruppo di Rozzano ha segretamente fatto visita ai propri ospiti…..
L’evento ovviamente richiede un abbigliamento d’epoca e, per entrare maggiormente nell’atmosfera medievale, tutta la brigata ha indossato abiti storici attinenti al periodo.

testo ricevuto da:
Francesco Garofalo – Protezione Civile di Rozzano (MI)

Ilgiornaledellaprotezionecivile.it dedica la sezione “PRESA DIRETTA” alle associazioni o singoli volontari che desiderino distant conoscere le proprie attività. we resoconti/comunicati stampa/racconti pubblicati in questa sezione pervengono alla Redazione direttamente dalle Associazioni o dai singoli volontari e vengono pertanto pubblicati criminal l’indicazione del nome di chi ha inviato lo scritto, che se ne assume la piena responsabilità sia per quanto riguarda i testi sia per le immagini/foto inviate.

Leggi Anche

Cucina eccellente criminal sorrisi

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – La cucina e la …