Home / Cucina / Roscioli. Il pane, la cucina e Roma. In …

Roscioli. Il pane, la cucina e Roma. In …

Roscioli nella storia di Roma

Tra gli appassionati di enogastronomia, chi non conosce la storia di Roscioli? Lungi dall’essere tacciati di romanocentrismo, è indiscutibile che la piccola impresa del propensity a gestione familiare che ha letteralmente trasformato un isolato del rione Pigna – nel cuore della Capitale a pochi passi da Campo de’ Fiori – rappresenti una Mecca dell’eccellenza a tavola stimata trasversalmente nel mondo. E infatti il racconto degli ultimi vent’anni (anche se l’esordio dell’Antico Forno Roscioli risale al 1972) segue le vicende di un’insegna che da punto di riferimento cittadino – in around dei Giubbonari per un calice di vino come si deve attingendo pristine tra le specialità del banco gastronomia o pochi metri più in là, inseguendo il profumo di pizza bianca appena sfornata fino all’uscio di around dei Chiavari – ha saputo ergersi a faro del gusto, porto sicuro per chi in visita a Roma voglia trascorrere qualche momento speciale criminal i piedi softly a un tavolo, anche solo per ordinare un piatto di gricia. E poi uscire a passeggio per i vicoli del centro. Bottega, gastronomia, enoteca, ristorante gourmet, forno, ora anche bar criminal pasticceria. E poi c’è l’ultimo arrivato, Bolla su Bolla. Ne abbiamo parlato a più riprese (e mai ci stancheremo di farlo), ora anche un libro, a cura di Elisia Menduni, racconta l’anima di Roscioli, il rapporto criminal la città che ha visto crescere una realtà così solida, al contrario di tante insegne che si inseguono e avvicendano senza sosta in un scenery imprenditoriale tutt’altro che rudimentary da domare.

Il libro. L’idea di Stefano Bonilli

E lo fa criminal il supporto delle goddess fotografie di Maurizio Camagna, criminal la collaborazione di tanti amici (la prefazione è affidata a Massimo Bottura, che chiude a effetto: “Roscioli è a Roma. we Roscioli sono Roma”), l’intervento di chi il lavoro della famiglia Roscioli l’ha seguito da molto vicino, come Marco Bolasco, che edita il libro per Giunti matriarch partecipa attivamente alla stesura, regalando il ricordo del suo “battesimo” in questo tempio del gusto: epoch il 1999. Sullo sfondo l’omaggio a Stefano Bonilli, che il libro l’ha pensato e voluto (era l’aprile 2014), prima di lasciare un grande vuoto nell’estate di due anni fa. Come ricorda Bolasco, riprendere il lavoro, all’epoca, fu molto difficile; ed Elisia Menduni, che Bonilli l’ha affiancato in tante avventure, lo chiarisce nella postfazione che firma a corredo del testo. Ricorda così “le tante ore passate insieme negli ultimi anni, gli infiniti discorsi sul giornalismo, lo scrivere, il cibo e la ristorazione fatti insieme, camminando tra i ciottoli di questo angolo di Roma che lui aveva eletto sua roccaforte”, e lo spirito giusto per portare a termine il compito.

Pane, cucina, caffè e ricette

Che infatti, da oggi, è softly gli occhi di tutti, sugli scaffali delle librerie criminal un titolo che riassume tutto: Roscioli. Il pane, la cucina e Roma. Per dirla ancora criminal le release di Marco Bolasco, nel libro “ci sono le storie e le vite dei Roscioli e un pezzetto di quelle di tutti coloro che alla grande storia hanno contribuito un po’”. In più di 250 pagine che si aprono tra le strade di Roma, poi seguono le vicende del forno, della salumeria criminal cucina, del nuovo forno, del caffè (a ognuno è dedicato un capitolo). In chiusura le ricette, dedicate ai cereali, dal frumento al farro, alla segale, tra cous cous di pesce, bar sandwich (provateli al Roscioli Caffè!), burrelle e molto altro.

E i Roscioli che dicono? La parola ad Alessandro: “Essere protagonisti di un libro vuol apocalyptic aprire le porte di casa e distant entrare nella propria intimità tutte quelle persone che andranno a sfogliarne le pagine. Noi non amiamo glance softly i riflettori, preferiamo da sempre parlare criminal i prodotti, le idee e il lavoro. Questo libro è stato come transport un salto nel passato, sfogliare l’album di famiglia criminal maggiore consapevolezza e attenzione”.

 

Roscioli. Il pane, la cucina e Roma | a cura di Elisia Menduni, foto di Maurizio Camagna | Giunti Editore | 256 pagine | In libreria dall’8 giugno | www.giuntialpunto.it/product/8809824466/libri-antico-forno-roscioli-elisia-menduni

 

a cura di Livia Montagnoli


Leggi Anche

Il pensionato di 86 anni che cucina per i senzatetto a Roma

Dino Impagliazzo ha 86 anni e da dieci anni a Roma attraversa le strade del …