Home / Shopping / Ripetizioni in chat e abbigliamento per neonati: due nuove start-up a …

Ripetizioni in chat e abbigliamento per neonati: due nuove start-up a …

Il nuovo Comitato Scientifico di Cesenalab ha sancito l’ingresso di due nuove startup: Teachat (piattaforma che mette  in contatto studenti e insegnanti)  e Origami (che opera nel settore tessile e abbigliamento ecosostenibile e dedicato all’infanzia). Due nuovi team di giovani che aspirano a diventare imprenditori e che iniziano il percorso di 12 mesi che l’incubatore mette a disposizione: una sede aperta 24 ore su 24, connessione internet, ma soprattutto formazione con i migliori mentor per ciò che riguarda le strategie digitali e contatti con investitori in cerca di progetti dirompenti su cui investire.

Teachat è una piattaforma web mobile dove tutor e studenti possono fare formazione via chat, direttamente dal proprio smartphone, tablet o pc. Lo studente che ha un dubbio può entrare in Teachat e fare una richiesta: il sistema lo metterà immediatamente in contatto con il miglior tutor disponibile in quel momento. Gli aspetti innovativi sono l’utilizzo della chat, canale di comunicazione più utilizzato oggi dai ragazzi per comunicare tra di loro e l’immediatezza con cui il sistema riesce a mettere in contatto studenti e tutor: nessun appuntamento da fissare e nessuno spostamento. Il servizio sarà disponibile 24/7 per permettere agli utenti di fare e ricevere formazione in ogni momento. I founder sono Daniele Lama e Marco Rosetti. Teachat sta anche partecipando alla StartCup, concorso indetto da Aster e sostenuto da Regione Emilia Romagna. Nella startCUP teachat ha già superato le prime due fasi di selezione ed è ora nella “shortlist” delle 20 finaliste per vincere il primo premio da 10mila euro (5mila al secondo).

Origami è la start-up creata da Maria Maddalena Falaschi e Giuditta Gelsumini col proposito di realizzare capi di abbigliamento per neonati (0-24 mesi). L’accurata scelta di materiali ecosostenibili ed innovativi, lo studio della funzionalità dei capi, la cura dei dettagli e l’estetica minimale sono gli elementi distintivi di un brand che ha come obbiettivo quello di cambiare il mondo, e il rapporto con esso, un capo alla volta. L’idea è nata dalla tesi di laurea in fashion design di Maddalena, a cui si è poi unita Giuditta, architetto con diversi anni di esperienza nel mondo della comunicazione e marketing. Il progetto partirà con una collezione di abbigliamento realizzata utilizzando anche la fibra di latte. L’obiettivo di lungo periodo è quello di poter portare questo nuovo approccio nella realizzazione dei capi ad una fascia di utenti sempre più ampia.

Leggi Anche

Fiocchi e fiocchetti: la tendenza più chic della Primavera-Estate

Fiocco mania! I capi e gli accessori must per uno stile… coi fiocchi. Sono l’emblema …