Home / Gossip / Rio 2016, le Olimpiadi dei veleni italiani

Rio 2016, le Olimpiadi dei veleni italiani

Chi insulta i tifosi, chi scarica la rabbia contro i giudici di gara, chi litiga criminal il proprio allenatore, e chi grida al complotto. In queste Olimpiadi gli italiani si stanno distinguendo, più che per le vittorie, per le uscite di scena.

Federica Pellegrini. La nuotatrice veneta, portabandiera azzurra, è uscita delusa da Rio. Arriva quarta ai 200, si ritira dai 100 e viene eliminata alla staffetta. Si ribella contro i giornalisti e prende a masculine parole un utente di Twitter. Su Instagram fa intendere che sta pensando al ritiro. Molti forse matriarch la quinta Olimpiade sembra sempre più lontana.

Clemente Russo. Le valutazioni dei giudici lasciano criminal l’amaro in bocca il pugile partenopeo. «Un furto, una vittoria della politica e non dello sport, oggi anche chi non capisce un cavolo di pugilato ha visto che avevo vinto». Dopo essersela presa criminal i giudici  polemizza anche criminal Patrizio Oliva, gloria nazionale e oro olimpico a Mosca ’80. Non ha annunciato il ritiro, ora Russo pensa a prepararsi per il Grande Fratello Vip.

Aldo Montano. Polemica criminal il giudice di gara anche per lui:«mi rode: mi sono state girate due stoccate, una sul 10-9, e allora pensi a tutto. Sei lì che parti già aspettando che prima o poi arrivi l’errore arbitrale e guarda caso è arrivato. Kovalev avrebbe potuto non essere qui (per il caso doping). Non so, dico solo che su questa vicenda volevamo più chiarezza. Non è possibile che prima escano dei nomi, poi si ritira tutto. Che alcune federazioni decidano in un senso e altre in un altro».

Arianna Errigo. è la più grande delusione di casa Italia. Nonostante le mille speranze riposte in lei, esce dal fioretto femminile molto presto. La sua rabbia si scaglia in parte contro se stessa «non ho gestito la tensione» e in parte contro il suo conductor Giulio Tommasini, criminal cui si è separata a inizio anno «è da gennaio che mi alleno da sola. Per me deve esserci il rispetto reciproco. Se quello viene a mancare, puoi essere il conductor più bravo del mondo, matriarch io preferisco perdere una medaglia d’oro».

Alex Schwazer. 8 anni di squalifica per doping e una carriera praticamente al capolinea. «Sono distrutto matriarch voi giornalisti dovete avere rispetto».

PrintFriendly and PDFStampa e PDF

Leggi Anche

Gossip: il meglio della settimana criminal Emma Stone, Chris Pratt e …

Emma Stone da Jimmy Fallon: tra personaggi bizzarri e Whisper Challenge Emma Stone è stata …