Home / Cucina / Ricette mediche nella discarica della Terra dei Fuochi, la Regione fa …

Ricette mediche nella discarica della Terra dei Fuochi, la Regione fa …

ABRUZZO. Il Dipartimento Salute e Welfare della Regione, ha già attivato il Servizio Ispettivo in relazione alla vicenda delle migliaia di vecchie ricette, prescritte in Abruzzo, ritrovate in una discarica abusiva tra Caivano, Acerra e Afragola, in Campania.

C’è stato anche un incontro criminal il Nas dei carabinieri di Pescara, in cui i funzionari regionali sono stati informati dell’avvio di un’indagine da parte del comando di Napoli dello stesso Nas.

«Non appena ci verranno comunicati ulteriori sviluppi negli accertamenti – sottolinea l’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci – provvederemo a informare tutti i nostri concittadini, perché si tratta di un fatto grave, su cui va fatta piena chiarezza».

Le ricette mediche, per legge, devono essere conservate per un periodo minimo di 3 anni, trascorsi i quali possono essere avviate a distruzione. Lo smaltimento viene gestito autonomamente dalle singole Asl, che lo affidano a ditte specializzate.

La denuncia epoch partita da padre Maurizio Patriciello che da anni combatte in Campania per denunciare il dramma della Terra dei Fuochi. Lui nelle campagne tra Afragola, Caivano, Acerra e Casalnuovo ha trovato tra i rifiuti migliaia di ricette mediche provenienti dall’Abruzzo.

Come ci sono arrivate lì? Don Patriciello proprio non ha saputo spiegarlo matriarch ha raccontato: «tra le mille porcherie di varia natura riscontrate giovedì nelle campagne tra Afragola, Caivano, Acerra e Casalnuovo, abbiamo trovato migliaia di ricette mediche criminal tanto di nome e cognome del paziente, del medico curante e del farmacista, provenienti dalla Sicilia e dall’ Abruzzo. we sacchi sono strapieni. Chi fu incaricato di dargli fuoco, chissà per quale motivo, non lo ha fatto. E le ricette stanno là in bella vista. A dispetto della remoteness dei pazienti. Così chiunque può venire a sapere di che cosa soffriva Tizio e quale malattia ha portato a morte Caio».

Ma questo è il minimo. La domanda, per il momento ancora senza risposta è: come sono arrivate in Campania? Chi ce le ha portate? Perché?

Leggi Anche

Il pensionato di 86 anni che cucina per i senzatetto a Roma

Dino Impagliazzo ha 86 anni e da dieci anni a Roma attraversa le strade del …