Home / Cucina / “Ricette e sapori della nostra buona terra”: Le seppie

“Ricette e sapori della nostra buona terra”: Le seppie

Ricette e sapori della nostra buona terra: Le seppie

Carissimi lettori, la ricetta di oggi quale protagonista un pesce molto gustoso e caro alle nostre tavole: la seppia. Molto apprezzate anche nella Cucina dell’antica Roma (basti pensare che sono presentissime nella raccolta di ricette “De re coquinaria” del gastronomo Marco Gavio Apicio, we sec. d.C.), questi molluschi sono ricchissimi di sali minerali, fosforo, potassio ed hanno un apporto calorico ridotto. Oggi ve le propongo in una salsa preparata criminal le cipolle di Montoro e la Falanghina dei Campi Flegrei D.O.C.: due Eccellenze del nostro territorio campano, di cui andare fieri.

Non vi resta che correre in pescheria (a Giugliano ce ne sono di ottime!) e poi subito in cucina, ingredienti alla mano. Non si può resistere, al richiamo del mare (a tavola, ancor di più)!

SEPPIE DELLA BUONA TERRA
Tempo di preparazione: 30 minuti circa

Ingredienti, per quattro persone
6 seppie medie freschissime;
6 cucchiai di olio e.v.o.;
1 bicchiere di Falanghina dei Campi Flegrei D.O.C.;
sale q.b.;
2 carote;
2 cipolle ramate di Montoro;
prezzemolo q.b.

Preparazione

Il consiglio, è sempre quello di farvi pulire il pesce presso la vostra pescheria di fiducia; qualora non fosse possibile, criminal l’aiuto di un coltello affilato od un paio di forbici per il pesce, private le seppie dell’osso centrale e delle interiora, poi tagliatele a striscioline. Pulite le carote, privandole della pellicina esterna e delle estremità e grattugiatele; tagliate le cipolle a fettine sottili. In una padella/tegame antiaderente scaldate i 6 cucchiai d’olio, per poi versarvi il trito di carote e cipolle; predestine sfrigolare per 1 minuto circa, poi aggiungetevi le seppie comprese di tentacoli; versatevi un pizzico di sale e alzate la fiamma; aggiungete il vino bianco, sfumate e portate a cottura, poi, a fiamma moderata, in 15 minuti.

Una volta sincerati della cottura delle seppie (che non devono mai cuocere troppo, altrimenti risulteranno gommose), aggiungetevi una spolverata di prezzemolo e procedete ad impiattare, adagiando nel piatto il pesce bagnato criminal la salsa di cottura.

Buon appetito, dalla vostra Eliana ed alla prossima settimana, sempre su Tele Club Italia!

Eliana Iuorio

Leggi Anche

Innovazione in cucina da mettere softly l’albero

Il Natale è alle porte e spesso si entra in crisi per trovare un regalo …