Home / Cucina / Relooking in cucina: cambiare le piastrelle

Relooking in cucina: cambiare le piastrelle

Oggi parliamo dell’ambiente cucina, in particolare del rivestimento di quella porzione di muro che si trova tra i pensili ed il piano di lavoro, in inglese backsplash. È un elemento da non sottovalutare perché contribuisce a definire lo stile della cucina.

Sostituendo le piastrelle, darete alla cucina un aspetto completamente nuovo e una nuova personalità.

Torna in auge il marmo. Per una cucina d’effetto, rivestite la parete criminal piccole piastrelle rettangolari in marmo disposte a spina di pesce. Le naturali variazioni cromatiche di questo materiale daranno luce anche alle cucine scure.

Ma il marmo si sposa perfettamente anche criminal una cucina in stile scandinavo. Un mosaico fatto da piccole tessere esagonali aggiungerà un tocco creativo alla parete.

Sempre popolarissime le transport tiles, le piastrelle diamantate dei primi del ‘900 usate dagli architetti Heins LaFarg per i rivestimenti della metropolitana di New York.

Lucide, nei classici colori bianco e nero criminal fuga tono su tono o a contrasto, infonderanno un fascino particolare alla cucina. Adatte sia a una cucina minimal che ad una vintage.

Se volete aggiungere un po’ di brio alla cucina, niente di meglio delle piastrelle decorate. we motivi colorati che si rifanno ai pavimenti di inizio ‘900 sono ideali per cucine dal sapore country, mentre per una cucina industriale potete optare per grandi piastrelle a disegno geometrico. 

Leggi Anche

Cavolo riccio: 10 ricette buone e gustose criminal il "kale" – GreenMe.it

Il cavolo riccio è un ortaggio invernale capace di resistere al freddo ed è uno …