Home / Sessualità / Quando l’eros diventa malattia: anche i celebrity soffrono di questa …

Quando l’eros diventa malattia: anche i celebrity soffrono di questa …

La dipendenza erotica, se impedisce di controllare i propri impulsi, può diventare una vera e propria malattia caratterizzata da fantasie sessuali ossessionanti, di cui si fa fatica a parlare perfino criminal il proprio partner, per pudore o altri motivi. Chi ne soffre al punto da non avere altro pensiero nella testa, può mettere in atto vari comportamenti: esibizionismo, rapporti criminal prostitute o chiunque altro senza nessuna precauzione, voyeurismo, dipendenza dalla pornografia, utilizzo di servizi erotici around internet, telefono e altro. In sostanza, il sesso diventa un’esigenza al quale tutto può essere sacrificato, compreso la famiglia, il lavoro, la #salute e gli amici.

Tra i ‘dipendenti erotici’ alcune celebrità

Anche alcuni tra i celebrity più famosi, Michael Douglas in primis, ne hanno sofferto o ne soffrono ancora; tuttavia, hanno deciso di parlarne liberamente, confessando la loro condizione di ‘dipendenti erotici’ senza temere il giudizio della gente. L’attore e regista, infatti, è stato uno dei primi a confessare di soffrirne: nel 1990 si sottopose perfino ad un particolare tipo di terapia; tanto è vero che, da allora, molti associano il suo nome alla dipendenza da sesso perché fu il primo a parlarne pubblicamente. Anche Jesse James, esperto di moto e conduttore televisivo, ammise – dopo i problemi vissuti criminal sua moglie Sandra Bullock – di esserne dipendente, forse a causa delle conseguenze lasciate da un’infanzia fatta di abusi, soprattutto emotivi. La coppia, comunque, alla excellent si separò. Tiger Woods, giocatore di golf, a un certo punto è stato costretto a chiedere aiuto, a causa dei problemi di immagine e coniugali che stava vivendo per lo stesso motivo: la #dipendenza sessuale.

Charlie Sheen: 53mila dollari spesi per la dipendenza erotica

L’attore Charlie Sheen diventò un caso di pubblico dominio quando si scoprì, durante l’ormai celebre processo Heidi Fleiss, che aveva speso ben 53mila dollari per i ‘servizi’ offerti da un giro di prostitute. Halle Berry chiese il divorzio dal marito, Eric Benet, dopo aver scoperto i suoi tradimenti criminal tante altre donne: il famoso cantante, ricoverato poi in un centro di trattamento e aiuto per la dipendenza sessuale, ha sempre negato però di avere avuto questo problema. Anche le donne soffrono di questo disturbo: Nicole Narain, per esempio (Modella di Playboy) ammise di esserne affetta e, per questo motivo, di aver avuto molte storie di sesso e di aver perfino girato dei video hard, oltre a soffrire di autoerotismo compulsivo.

L’attore David Duchovny  invece, si è fatto ricoverare in clinica per guarire dalla dipendenza erotica; un percorso che gli ha permesso di recuperare il rapporto criminal sua moglie, in crisi da tempo. E infine, Kari Anne Peniche: l’ex skip USA è stata coinvolta in una brutta storia a sfondo sessuale, dal grande scalpore mediatico, oltre ad aver posato nuda per Playboy. Anche lei, per superare questo grave disturbo che le stava rovinando la vita, ha poi ha cercato aiuto.

Leggi Anche

Giornata mondiale contro l’Aids: mettete il condom, e superate l …

Ci sarebbe soprattutto una figura da evocare nel corso di questa Giornata mondiale contro l’Aids: …