Home / Cucina / Pulizia della cucina: le regole per farla brillare

Pulizia della cucina: le regole per farla brillare

casa

La pulizia dell’ambiente domestico deve necessariamente partire da una grande attenzione alla cucina. Parliamo, infatti, della stanza della casa che più di tutte tende ad accumulare lo sporco: senza poi considerare il fatto che cucinare in un ambiente non pulito potrebbe contaminare i cibi e renderli immangiabili o potenzialmente molto pericolosi per la salute di chi dovesse ingerirli. Per questo motivo, la pulizia della cucina non è solamente un consiglio, ma un vero e proprio obbligo da rispettare alla lettera. Vediamo dunque le regole per far brillare la nostra cucina.

Effettuate una pulizia approfondita

La prima regola, soprattutto nel caso in cui nella vostra cucina regni il caos, è quella di pulirla attentamente, senza sottovalutare gli angoli e le superfici più nascoste. Ad esempio, cercate sempre di porre grande attenzione agli spigoli e alle componenti esterne degli elettrodomestici, che tendono a diventare il deposito di tantissimo grasso e polvere. Inoltre, il consiglio è di effettuare questa pulizia totale indossando anche guanti in lattice e mascherina: e se pensate che possa essere un’esagerazione, forse sarà il caso di ricordarvi che alcune muffe dovute allo sporco possono causare molti danni alle vostre vie respiratorie e alla vostra pelle. Meglio evitare rischi, dunque, e prendere tutte le precauzioni necessarie.

Attenti alle superfici e agli oggetti in argento

La pulizia non deve diventare mai una ulteriore fonte di problemi, soprattutto quando in ballo ci sono oggetti e superfici in argento, come ad esempio posate e vassoi preziosi. Quando dovrete effettuare una pulizia molto approfondita, dunque, evitate sempre di farvi prendere dalla fretta: l’argento è infatti molto delicato e tende a rigarsi facilmente. Per questo motivo, come riportato dall’articolo di DonnaD.it, il consiglio è di pulire l’argento con una spugna con setole leggere e utilizzando un mix di bicarbonato e succo di limone, evitando dunque prodotti chimici. Infine, per eliminare la fastidiosa patina scura dell’argento ossidato potreste immergere le posate in un vaso contenente acqua, alluminio e sale grosso.

Evitate lo stress pulendo ogni giorno

Per evitare di ridurvi ad operazioni di pulizia massiccia, il consiglio è di pulire ogni giorno l’intera cucina, il lavello, i fornelli, le posate ed i piatti. Un’operazione che al massimo potrà portarvi via 15-20 minuti, ma che vi eviterà di perdere delle ore successivamente. Inoltre, noi consigliamo di ordinare i vostri prodotti per la pulizia rendendoli facilmente accessibili, così da ottimizzare i tempi e di appendere gli strumenti culinari che utilizzate tutti i giorni: in questo modo sentirete la necessità di pulirli tutte le volte, dato che faranno parte del vostro arredamento. Infine, ponete particolare attenzione ai pavimenti, che devono sempre brillare.

 

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppOknotizieCondividi

Commenti

commenti

Leggi Anche

Capesante gratinate: la ricetta perfetta

Capesante o cappesante che vogliate chiamarle, e perfino coquille Sait-Jaques (grazie Dissapore che ci rendi …