Home / Viaggi / Previsioni meteo. Italia tra freddo, Bora e neve. Gelo nelle zone del …

Previsioni meteo. Italia tra freddo, Bora e neve. Gelo nelle zone del …

Roma, 29 novembre 2016 – Le previsioni meteo non hanno sbagliato: crollo delle temperature e fiocchi di neve sulle regioni del Centro Italia. Correnti molto fredde di origine artica, dopo aver attraversato i Balcani, hanno fiondato sull’Adriatico e sulla Penisola aria gelida. Venti di Bora e mareggiate sulle coste esposte, sottolinea il Centro Espon Meteo. Domani non andrà meglio: le correnti fredde insisteranno sulle regioni meridionali, dove le temperature resteranno basse, ma senza piogge o nevicate. Tempo in miglioramento invece nel resto d’Italia dove il rialzo della pressione sarà accompagnato da prevalenza di cieli sereni e temperature massime in rialzo. Gli inizi di dicembre saranno caratterizzati da prevalenza di tempo stabile anche se nelle pianure e nelle valli del Centro Nord, soprattutto di notte e al mattino, il clima resterà freddo e di stampo invernale, con il rischio di gelate

TEMPERATURE IN PICCHIATA – Domani sarà una giornata da brividi, con intense gelate al primo mattino al Nord, con valori vicini allo zero in diverse località del Centro. Massime in lieve aumento, tranne all’estremo Sud, con valori che restano invernali al Nord. Previsti all’alba -5° gradi a Novara e Aosta, -4 a Trento, Torino e Cuneo, -3 a Piacenza e Udine, -2 a Bergamo, Campobasso, Rieti e l’Aquila, -1 a Milano, Bologna e Firenze, 0 a Perugia.

NOTTE DI GHIACCIO NELLE ZONE DEL TERREMOTO – Già questa notte è stata di gelo per gli sfollati di Norcia e della Valnerina colpite dal sisma, ma per fortuna la neve non è caduta, se non qualche fiocco sulle cime dell’Appennino. Il vento, invece, è soffiato forte, “ma al momento non abbiamo alcuna segnalazione di danni e di tende divelte”, fa sapere l’assessore comunale di Norcia Giuseppina Perla. “Per limitare i disagi dell’ondata di freddo che è calata nel centro Italia – aggiunge l’assessore – abbiamo intensificato i riscaldamenti nelle tensostrutture comunali, dove invitiamo la gente che vive ancora nelle piccole tende a trovare riparo almeno fino a quando le temperature si manterranno su questi livelli”, vale a dire intorno agli zero gradi. “Resta la grande preoccupazione per come affronteremo l’inverno – dice ancora Perla -. La notte appena trascorsa è stata solo un anticipo di quello che ci attenderà nelle prossime settimane e per questo chiediamo che ci vengano inviati i container quanto prima”.

image

IL PONTE DELL’8 DICEMBRE – Contrordine (pare) per il Ponte dell’Immacolata. “Gli ultimi aggiornamenti virano in modo deciso verso una fase anticiclonica, piuttosto che fredda e instabile, non solo sull’Europa centro-occidentale ma anche sull’Italia”, spiega 3bmeteo. In sostanza il tempo sarebbe “in prevalenza stabile e non particolarmente freddo, specie al Centro Nord”. L’incertezza però resta  e gli esperti parlano di “modelli ancora molto ‘ballerini'”. Insomma, l’aria russa si fa più lontana, ma non può essere ancora esclusa.

Leggi Anche

La verità, tutta la verità su Giuseppe Conte

🔊 Ascolta l’articolo Il problema di Conte è il curriculum. Nemmeno un avviso di garanzia, …