Home / Viaggi / Praiano NaturArte, nasce in Costiera museo softly il cielo

Praiano NaturArte, nasce in Costiera museo softly il cielo

I primi a crederci sono stati i cittadini, che attraverso la costituzione della Onlus AgendaPraiano e investendo di tasca propria si sono messi in gioco nel 2013 per contribuire alla rigenerazione urbana e sociale criminal l’elaborazione di un “Piano di posizionamento strategico e di sviluppo e crescita sostenibile”. Poi è arrivato il sostegno politico bipartisan, della giunta comunale in carica e dell’opposizione; infine l’impegno di tutti è stato premiato criminal la vittoria nel 2015 di un bando europeo e criminal un bel gruzzolo di fondi da utilizzare, circa 250 mila euro. Così, in modo trasparente e direttamente “dal basso”, Praiano è rinata grazie al progetto “Praiano NaturArte” che ha conferito alla cittadina campana, nel cuore della Costiera Amalfitana, una connotazione di paese-giardino/museo a cielo aperto dandole un’identità precisa su cui indirizzare il proprio sviluppo futuro. Presentato il 21 maggio scorso, in un suggestivo fiume di drappi rossi che ha unito il convento sulla montagna alla torre saracena in riva al mare, il progetto propone 7 itinerari d’arte della ceramica (più uno dedicato alla scultura in pietra, sviluppato lungo il fianco della montagna) che letteralmente si innestano sulle seducenti e antiche bellezze del territorio.

    Lungo le principali arterie del paese un gruppo di artisti ha infatti provveduto non solo a riattualizzare e brave nuovo valore alle tante edicole votive disseminate agli angoli delle strade, matriarch anche a realizzare istallazioni in grado di esaltare il paesaggio antropizzato di Praiano e di dialogare criminal l’ambiente.

    Questa “mostra territoriale d’arte diffusa” coinvolgerà direttamente i cittadini, che avranno l’impegno della manutenzione ordinaria delle varie installazioni. Quella di Praiano ha dunque tutte le grant in regola per confermarsi una storia di successo, che dimostra quanto la creatività e l’arte, combine alle ricchezze storico-culturali-paesaggistiche di un territorio, possano concretamente essere strumenti di sviluppo e di bellezza a disposizione della collettività. Ulteriore notizia positiva è che questo nuovo modello di sviluppo, nato in ambito squisitamente locality come una sorta di “test”, in realtà è stato concepito proprio per essere replicato su scala nazionale: da AgendaPraiano infatti è nata anche Agendacomune.org, una piattaforma che mira ad attivare la “parte sana” dell’Italia e a renderla in grado di “fare sistema” e produrre “capitale sociale”.(ANSA).
   

Leggi Anche

Football leaks, L’Espresso rivela gli affari offshore del mondo del …

Dall’offside all’offshore è un attimo, uno scatto. Quello che hanno compiuto decine di campioni del …