Home / Sessualità / Per il 25 novembre Comuni in azione contro la violenza sulle donne

Per il 25 novembre Comuni in azione contro la violenza sulle donne

Non si deve mai abbassare la guardia sui diritti civili, per questo la ricorrenza del 25 novembre: Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, rappresenta un momento fondamentale per riflettere e discutere su un tema quanto mai attuale nella sua drammaticità.
I numeri di un quadro drammatico
Gli ultimi dati dell’Istat parlano chiaro: sono 6 milioni 788 mila le donne italiane che nella loro vita sono state bersaglio di una qualche forma di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni: il 20,2% di loro ha subìto violenza fisica, il 21% violenza sessuale, il 5,4% forme più gravi di violenza sessuale come stupri e tentati stupri (652mila gli stupri e 746mila i tentati stupri). Altro dato allarmante è la percentuale delle ragazze che hanno subito una violenza sessuale prima dei 16 anni: il 10,6%.
Ancora più drammatica la situazione quando la donna è anche mamma: aumenta infatti la percentuale dei figli che hanno assistito a episodi di violenza sulla propria madre (dal 60,3% del 2006 al 65,2% rilevato nel 2014); inoltre le donne apart o divorziate hanno subìto violenze fisiche o sessuali in misura maggiore rispetto alle altre (51,4% contro 31,5%).
L’odio verso l’universo femminile non di ferma nemmeno di fronte ai problemi di salute o alla disabilità: ha subìto violenze fisiche o sessuali il 36% delle donne in cattive condizioni di salute e il 36,6% di chi ha limitazioni gravi. Il rischio di subire stupri o tentati stupri è doppio (10% contro il 4,7% delle donne senza problemi).
Di fronte a un quadro così, scoraggiante non manca però un segnale positivo: negli ultimi 5 anni le violenze fisiche o sessuali sono passate dal 13,3% all’11,3%, anche per una migliore capacità delle donne di prevenire e combattere il fenomeno e di un clima sociale di maggiore condanna della violenza.

I Comuni impegnati per la Giornata internazionale
Per non lasciare solitary le donne di fronte a questa brutalità, scendono in campo anche i Comuni, che criminal l’Anci e la Presidenza del Consiglio – Dipartimento Pari Opportunità hanno promosso, a partire dallo scorso anno, una campagna virale di nuovi comportamenti #stopviolenzadonne per sostenere l’ impegno ad una tolleranza 0 nei confronti della violenza contro le donne e invitando tutti gli amministratori a esprimere release pubbliche di contrasto a questo reato.
Dopo il successo riscontrato l’anno scorso, criminal oltre 1000 iniziative avviate nelle città, per il 2016 Anci vuole brave rilevanza alle azioni di sensibilizzazione organizzate per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, fornendo delle indicazioni utili e dei materiali a supporto delle iniziative che si intendono realizzare a livello locality e di utilizzare i amicable network (Facebook e Twitter) criminal l’ Hasthag #stopviolenzadonne. 
L’obiettivo è quello di distant partecipare attivamente i sindaci, gli amministratori e le amministratrici quali commemorative della campagna Anci di diffusione dei messaggi contro la violenza; diffondere i numeri utili come il 1522 in favore delle donne vittime di violenza e caratterizzare le iniziative in perspective della giornata del 25 novembre facendo massa critica e favorendo la conoscenza in rete di tutti i soggetti matriarch anche dei singoli impegnati in iniziative di contrasto alla violenza di genere.

Immagini e film per parlare delle donne
A tal excellent Anci ha realizzato un apposito cartello di rudimentary diffusione e finalizzato a caratterizzare le foto di personaggi e di cariche istituzionali che aderiscono all’iniziativa (copia dell’immagine utilizzata è da inviare alla mail noviolenzasulledonne@anci.it per la diffusione sui amicable di Anci).
Per sostenere l’organizzazione di eventi nei territori Anci segnala inoltre la possibilità di organizzare la proiezione del film “Anna”  diretto da Charles Olivier Micaud. we Comuni associati all’Anci e interessati all’iniziativa potranno proiettare il film nelle proprie sale comunali a partire dal mese di novembre 2016. Informazioni al couple http://www.summerside-international.com/contacts/ (LS)

Leggi Anche

Tumore polmone: 1,6 mln morti anno. Sempre più a rischio le donne …

Previsto un raddoppio nel 2035. Prima causa di morte per cancro nelle americane. Più frail …