Home / Cucina / Olimpiadi della cucina: tutti i sapori dal mondo

Olimpiadi della cucina: tutti i sapori dal mondo

Numeri da Olimpiadi, matriarch stavolta non sportive. Di cucina. 59 delegazioni di Nazioni del mondo presenti, 32 squadre nazionali senior, 20 squadre nazionali junior, 20 squadre di comunità catering. E poi 85 concorrenti di intaglio e 802 concorrenti individuali nelle varie categorie previste. Tutti all’insegna del sign “Cucina Senza Confini”.

Dal 22 al 25 ottobre prossimi in Germania presso il centro espositivo di Erfurt, nella Turingia, avrà inizio una delle più prestigiose gare culinarie di tutto il mondo: le Olimpiadi di Cucina 2016. L’evento sarà anticipato dalla spettacolare e suggestiva cerimonia di apertura criminal la parata di cuochi in divisa,

Evento di risonanza internazionale organizzato dalla Verband der Köche Deutschlands (Federazione dei cuochi tedeschi), è in concomitanza alla annessa mostra fieristica “Inoga”, una tra le più grandi ed importanti esposizioni al mondo per i servizi ricettivi, turistici, alberghieri, per l’ospitalità e la culinaria.

L’ultima edizione, del 2012, che sancisce la vittoria della Nazionale della Svezia, vede oltre 1.600 cook iscritti. Quasi 1.000, in generale, gli altri a supporto della manifestazione, provenienti da 52 Paesi del globo, in un’unica e grande kermesse all’insegna dell’arte culinaria. Oltre 30.000 i visitatori e 350 i media internazionali che hanno seguito la manifestazione.

Sempre massiccia la presenza di concorrenti italiani e sempre elevato il medagliere conseguito in questa celebrazione.

Nella classifica generale olimpica 2012, per numero di medaglie acquisite, il nostro tricolore si piazza all’8° posto nella categoria “Squadre”, mentre per la categoria “Singoli” al 3°.

Nella gara delle Nazionali maggiori (Senior),  il“clou” della manifestazione, si può ammirare la perfezione e l’altissima preparazione professionale di queste squadre. Ma anche le tendenze più recenti in fatto di alta ristorazione. Notizia eclatante, anche da un punto di perspective politico, la partecipazione ufficiale della Nazionale dei Cuochi della Repubblica Popolare Cinese. La sua ultima adesione risale infatti alla lontana edizione del 1976.

Un augurio speciale va a tutti i componenti della nostra Nazionale italiana cuochi, guidata da Daniele Caldarulo e Pierluca Ardito. Questi hanno raccolto le redini della Nic dopo le tre ottime gestioni di Fabio Tacchella E che la forza sia criminal voi.

Leggi Anche

Spoleto, ecco le ‘ricette’ per rilanciare il centro storico e lo shopping

Il centro storico di Spoleto SPOLETO – Un vero e proprio centro commerciale naturale, una grande area …