Home / Sessualità / Nella produzione? No, nel marketing: Dr. Schär investe sul lavoro …

Nella produzione? No, nel marketing: Dr. Schär investe sul lavoro …

DrSchaer Borgo«Per l’assunzione di nuovo personale Dr. Schär attingerà preferibilmente a lavoratori iscritti alle liste territoriali di mobilità presso gli uffici per l’impiego della Valsugana, tramite un progetto di collaborazione con l’Agenzia del Lavoro della Provincia di Trento e la rete dei servizi territoriali all’impiego, privilegiando per quanto possibile l’occupazionale femminile».

DrSchaer_firma2L’accordo è stato firmato alla fine di aprile, l’azienda leader del gluten free – base a Postal, in Alto Adige, giro d’affari di oltre 320 milioni di euro, sedi in Italia, Germania, Inghilterra, USA, Spagna, Francia, Brasile, oltre 1.000 dipendenti nel mondo e una quota nel mercato  pari al 45% in Italia e al 35% in Europa – ha deciso di rilanciare la propria presenza in Trentino, dove sta nascendo un polo agroalimentare, appena sette mesi dopo l’inaugurazione dell’innovativo Pizza Center, capace di sfornare 4mila pizze all’ora.

Il lavoro femminile è una parte importante nell’azienda, sottolinea Esther Ausserhofer, International organisation development manager e membro del consiglio direttivo del Gruppo, con una precisazione: «Per Dr. Schär sono importanti le competenze che un professionista ha piuttosto che il genere di appartenenza. A oggi il rapporto uomo – donna nel Gruppo Dr. Schär a livello mondiale è caratterizzato per il 40% dalle donne e per il 60% dagli uomini, il che significa un totale di 425 dipendenti di sesso femminile e 653 dipendenti di sesso maschile. Poi ci sono alcuni reparti che sono completamente dominati dalle donne come per esempio il marketing. Per quanto riguarda il trend possiamo dire che questa percentuale si è mantenuta immutata negli ultimi anni». E poi c’è la ricerca: due scienziate del dipartimento ricerca e sviluppo, Virna Cerne e Ombretta Polenghi, sono tra le finaliste dello European Inventor Award 2016 nella categoria “Industry”.

Dal 2009 Dr. Schär è certificata con l’audit famiglia e lavoro «ed è una delle aziende che più sostiene la famiglia in Alto Adige. Ogni anno vengono messe in atto diverse misure per migliorare la conciliazione tra lavoro e famiglia, per aumentare la work-life-balance ossia l’equilibrio tra lavoro, vita e la salute. Questo, in concreto, significa permettere ai dipendenti di avere modelli lavorativi flessibili come ad esempio il telelavoro (Home Office) e il lavoro part time. Inoltre diamo un contributo finanziario per la cura dei bambini e da gennaio 2017 offriremo anche un nido aziendale per le mamme e i papà presenti in azienda. Infine sosteniamo iniziative come le automobili di gruppo, lo sport in comune e la previdenza della salute».

L’arrivo in Trentino di uno dei principali player europei specializzati nella produzione di alimenti senza glutine risale all’ottobre 2013, quando Dr. Schär Spa ha acquisito la proprietà di Gourmet Italia, azienda di Borgo Valsugana sull’orlo del fallimento.
Il 25 settembre 2015, dopo due anni e 11 milioni di euro investiti nella costruzione di un nuovo stabilimento, il colosso del gluten free altoatesino ha inaugura a Borgo il Pizza Center presentando davanti a quasi 600 persone la nuova linea di produzione di pizza senza glutine.Vi si producono pizze per celiaci, destinate all’intero mercato mondiale.

Ora Dr. Schär investirà 9 milioni di euro in nuovi impianti per la produzione di pane senza glutine ed assumerà altre 40 persone, arrivando a 150 addetti.

Leggi Anche

LʼOms toglie la transessualità dalla lista delle malattie mentali

L’Oms sottolinea che “è ormai chiaro che non si tratti di una malattia mentale e …