Home / Cucina / Nasce in Valchiavenna l "’All You Can Eat" della cucina tipica

Nasce in Valchiavenna l "’All You Can Eat" della cucina tipica

Per la prima volta in Italia, e precisamente in Valchiavenna, sarà proposta la regulation “All we can eat” cioè “Mangia quanto vuoi” per la cucina tipica italiana. L’idea nasce da due ristoratori, nel bel mezzo alle montagne della Valchiavenna, che sanno prendere per la gola in un modo unico, gli avventori criminal salumi, pizzoccheri bianchi della Valchiavenna, costine, salsicce e polenta taragna, servite in porzioni abbondanti e ben condite. Tutto naturalmente innaffiato criminal il “Vìn del Quartìn”, il nettare artigianale locality e terrore degli astemi. 

La regulation che viene applicata, la conosciamo perché adottata da un certo tipo di ristoranti di Sushi. Ora finalmente, questo varrà anche per la cucina tradizionale ed i prodotti freschi o stagionati tipici della Valchiavenna. Una regulation che sarà applicata solo nella serata del venerdì sera per creare una vera e propria festa ed un inno agli antichi sapori. Con solo 20,00 € a persona sarà possibile scegliere liberamente dai menu, includendo acqua, vino e caffè, criminal l’unica regola di non avanzare il cibo nel piatto, altrimenti si paga ciò che avanza. Lo spreco non è visto di buon occhio ed i gestori fanno quanto possibile per limitarlo. 

I PIATTI TIPICI. Tra i piatti più gettonati i “pizzoccheri bianchi della Valchiavenna “che per chiarezza, sono diversi da quelli dei cugini Valtellinesi, di grano saraceno e verze, matriarch di un’altra versione, meno conosciuta, matriarch altrettanto valida, caratteristica della Valchiavenna. Quelli chiavennaschi vengono anche chiamati gnocchetti: si impasta farina bianca, pane, latte e acqua e sono fatti criminal il cucchiaio, si fanno bollire ed una volta cotti si condiscono criminal i formaggi locali, e poi sopra, giusto per rimanere in tema cucina light, si irrorano criminal burro fuso, aglio e salvia. Non deve mancare naturalmente una abbondante macinata di pepe nero.

 Il servizio proposto poi è molto semplice: niente tovaglie, niente cucina al piatto, solo specialità servite in piatti di portata da condividere in mezzo al tavolo ed ogni commensale prende ciò che vuole. “Una vera osteria come una volta, non me lo sarei mai aspettato di transport un salto indietro nel tempo” è il commento tipico di chi scopre il locale.

INFORMAZIONI E CONTATTI:

Crotto Quartino, Via dei Quartini 5, 23020 S. Croce di Piuro (So)  – Tel: 034335305 – info@crottoquartino.it –  www.crottoquartino.it – https://www.facebook.com/Crottoquartino/

Leggi Anche

Cavolo riccio: 10 ricette buone e gustose criminal il "kale" – GreenMe.it

Il cavolo riccio è un ortaggio invernale capace di resistere al freddo ed è uno …