Home / Viaggi / Michel Houllebecq, Chiara Gamberale & Co: i 10 libri più attesi del 2019

Michel Houllebecq, Chiara Gamberale & Co: i 10 libri più attesi del 2019

Liana Messina

Da Michel Houllebecq a Chiara Gamberale. Da Antonio Manzini a Ian McEwan. Ecco i 10 scrittori e i loro libri più attesi del 2019.

Libri di ogni genere. Libri da ogni paese. Storie lunghe e libri brevi. Racconti e viaggi nella nella realtà e nella finzione, nella storia di ieri. Di oggi. Libri sul nostro domani.

L’anno comincia correndo con Serotonina di Michel Houllebecq. Leggete come, anche stavolta, il criticatissimo/polemicissimo scrittore francese ha anticipato la realtà.

‘);
}

Torna anche Chiara Gamberale, autrice di libri che piacciono a tutti. Donne e uomini. E neppure l’età conta. L’isola dell’abbandono ci chiede di rispondere alla domanda: la fine dell’amore è davvero la fine o un nuovo inizio?

Jennifer Egan e Ian McEwan sono due “diversamente grandi”, autori di libri 2019 che intitolano Emerald City (quello di lei) e Machine like me. Perché arriverà a fine anno e il titolo italiano ancora non esiste… Ma non preoccupatevi. Vi terremo aggiornate. Intanto segnatevi questi 10 titoli: sono i libri più attesi del 2019. Vi auguriamo un anno carico carico di libri…

 

 

 

Serotonina di Michel Houellebecq (La nave di Teseo)
A quattro anni dal suo corrosivo ultimo libro, Sottomissione, Michel Houellebecq torna con un nuovo provocatorio romanzo con cui sembra aver anticipato il presente francese e l’esplosione delle proteste dei gilet gialli. Protagonista un agronomo che chiude con tutto. Lavoro, fidanzata, amici. E sopravvive grazie a una pillola magica, il Captorix. Un antidepressivo, sorta di “ormone della felicità”.

Persone normali di Sally Rooney (Einaudi)
Ha conquistato tutti con il suo libro d’esordio Parlarne tra amici. Nella primavera 2019, l’irlandese Sally Rooney ci riprova con questo suo secondo romanzo. È ancora centrato sul modo di amare dei suoi coetanei, i Millenials. La storia è quella di Connell e Marianne, che si prendono e si lasciano per 4 anni. Si conoscono in un liceo di provincia. Si ritrovano all’università, a Dublino. Differenze di classe e di sesso e incertezze di una generazione. Tutto si riflette in un controverso gioco di potere che influenza i sentimenti.

 

 

 

Emerald City di Jennifer Egan (Mondadori)
Dalla scrittrice americana, vincitrice del Premio Pulitzer 2011, arriva una raccolta di racconti mai tradotti in italiano. Undici storie. Protagonisti dalle vite diverse: la modella, la casalinga, una studentessa, il  banchiere. Muovendosi da Manhattan all’Illinois, dalla Cina al Kenia fino a  Bora Bora, vanno tutti alla ricerca di cambiamento o redenzione. Inseguendoli attraverso trasformazioni del corpo o dello spirito.

Vita su un pianeta nervoso di Matt Haig (Edizioni E/O)
In questo mondo ultratecnologico, si può riuscire a mantenere un briciolo di umanità? Possiamo combattere lo stress a cui siamo sottoposti ogni giorno? Un pianeta troppo veloce e nervoso sta rendendo anche noi nevrotici e sempre di corsa. Ultraconnessi, eppure siamo più soli di prima. Matt Haig, partendo dalla sua esperienza e da anni in cui ha combattuto contro ansia e attacchi di panico, riflette su cosa oggi può renderci ancora felici.

 

 

L’uomo delle castagne di Soren Sveistrup (Rizzoli)
È il primo  romanzo firmato dal creatore di The Killing, inquietante serie tv che arrivava dalla gelida Danimarca. Un thriller intricato e scuro, sulla scia della saga Millenium di Stieg Larsson. La caccia a un assassino disumano ma intelligentissimo, che fa a pezzi le sue vittime lasciando la sua firma: degli omini di castagne e fiammiferi. A inseguirlo, cercando di entrare nella sua mente perversa, una coppia di detective. Una giovane e ambiziosa poliziotta e il suo partner, agente che è appena stato cacciato dall’Europol.

L’isola dell’abbandono di Chiara Gamberale (Feltrinelli)
L’abbandono. Un trauma  che ci abbatte e può farci perdere il controllo della nostra esistenza? Oppure un’opportunità per crescere e ritrovarci, capendo di più chi siamo o vogliamo essere? Chiara Gamberale costruisce un romanzo partendo da Naxos, il luogo mitico in cui Teseo, dopo essere uscito dal labirinto col suo aiuto, abbandonò Arianna. E riflette sulla nascita e la fine degli amori, la maternità, il concetto di famiglia…

 

 

In tutto c’è stata bellezza di Manuel Vilas (Guanda)
Caso editoriale del 2018 in Spagna, memoir emozionante in cui l’autore ripercorre in modo scarno e veritiero la storia intima della propria famiglia. Co-protagonista, gli ultimi decenni del suo paese: la lotta per la sopravvivenza che ha unito le diverse generazioni, il ricordo di chi non c’è più, le sconfitte e la forza per rialzarsi,. E poi, le cose mai dette e l’affetto trattenuto che però creano un legame che non si spezza anche quando si è lontani.

Rien ne va plus di Antonio Manzini (Sellerio)
Un nuovo capitolo della serie del poliziotto più indisciplinato e trasgressivo (ma anche più amato) d’Italia: Rocco Schiavone. Sempre confinato tra le nevi della Val D’Aosta, è alle prese  questa volta con la  rapina di un furgone portavalori, sparito con 3 milioni di euro. Si scoprirà che è legato a un altro caso di omicidio mai risolto. E non smette neppure di combattere contro le sue personali ombre del passato.

Canta, spirito, canta di Jesmyn Ward (NN Editore)
È l’unica scrittrice donna ad avere conquistato due National Book Awards. La prima con Salvare le ossa nel 2011. La seconda con il suo seguito (dovrebbe essere una trilogia), considerato anche libro dell’anno 2017 da Times e New York Times. Una storia dura ma anche visionaria, ambientata in una immaginaria ma molto verosimile città del Mississippi, Bois  Sauvage. È qui che vive Jojo, ragazzino cresciuto dai nonni materni. La madre è tossicodipendente. Il padre, bianco, ha una famiglia razzista che rifiuta quel nipote nero.

 

Machine like me di Ian McEwan (Einaudi)
Un nuovo romanzo, in cui lo scrittore inglese di Espiazione e Bambini nel tempo si avventura in un territorio non realistico. Siamo in un’immaginaria versione alternativa della Londra Anni ’80.  L’inghilterra perde la Guerra delle Falklands. Margaret Thatcher si batte contro il radicale Tony Benn per il potere. L’intelligenza artificiale ha fatto passi da gigante. Il protagonista Charlie compra Adam, l’ultimo modello della serie di individui sintetici, Quando ne ridisegna la personalità insieme alla fidanzata, nasce un intrigante  ma pericoloso triangolo…

 

 

 

 

Leggi Anche

Accordo strategico FlixBus-SINAGI, biglietti in vendita in edicola

Trasporti Accordo strategico FlixBus-SINAGI, biglietti in vendita in edicola Roma, 20 mar. (askanews) – Partnership …