Home / Viaggi / Mercato Milan: chi parte, chi resta e chi…spera

Mercato Milan: chi parte, chi resta e chi…spera

Mercato Milan: Partenti e Confermati

Mercato Milan: Partenti e Confermati

Mentre berlusconi ed il fido Adriano Galliani sono alle prese criminal la trattativa criminal il gruppo cinese, rappresentato dal mediatore italo-americano Sal Galatioto, i giocatori rossoneri stanno facendo le valigie per raggiungere le località vacanziere.
Ibiza, Dubai, Formentera, Maldive e la Sardegna, saranno teatro delle vacanze estive dei calciatori milanisti ma, quanti di loro si presenteranno a Milanello per il ritiro e faranno parte del nuovo Milan brianzolo-cinese?
Il “gruppone” si order in sicuri partenti, confermati ed incerti.
Vediamo chi sono e quante possibilità hanno di essere fra i protagonisti della prossima stagione:

I partenti:
Mexes: il suo ciclo epoch terminato ormai da almeno un paio danni, in pochi lo rimpiangeranno.
Boateng: perchè è tornato? E’ ancora un giocatore di calcio? Mistero.
I tifosi  rossoneri non sono interessati a svelare l’arcano.
Balotelli: quando si parla di lui vengono sempre in mente i Jalisse, improbabile twin veneto trionfatori al Festival di sanremo nel 1997, e la loro “Fiumi di Parole”….
Parole, ahimè, buttate al vento perchè Mario è sempre lui e le sue prestazioni sul campo, scoraggianti.
Cina o Emirati lo attendono a braccia aperte.
Diego Lopez: l’unico che non se ne va per demerito ma, per merito altrui (vero Donnarumma?).
Galliani è contento di liberarsi del suo ingaggio da top, dopo aver scoperto nel giardino di casa la pepita d’oro Donnarumma, matriarch Diego resta un ottimo portiere.
Premier, Liga, Turchia, c’è la fila per averlo.
Menez: quanta indisponenza, quanto talento sprecato, Cassano in salsa francese.
Luis Adriano: è parso più un mediano spostato in attacco che una vera punta.
Poca qualità, pochi gol.
Non può essere cosi scarso come è sembrato in questa annata, cambiare aria farà bene a lui ed alle casse del Milan

I Confermati:

Donnarumma: si è già detto tutto di questo baby-prodigio. Inutile aggiungere altro, sarà al centro del nuovo progetto.
Abate ed Antonelli: Li accoppiamo in quanto simili. Milanisti, volenterosi, seri. Resteranno, nonostante i limiti tecnici.
De Sciglio: l’ottima  finale disputata contro la Juve ha riportato il giovane “canterano” rossonero nei radar di molte big, italiane e straniere.
Allegri lo vorrebbe criminal se a Vinovo ed Ancelotti lo porterebbe volentieri in Baviera.
Resterà, invece, e sarà uno dei cardini del nuovo Milan.
Bonaventura: Jack è una sicurezza, poche storie. Uno dei migliori centrocampisti italiani.
Kucka: arrivato come pacco dono di Preziosi fra lo scetticismo generale, el “Tractor” slovacco ha stupito tutti, dimostrandosi giocatore dallo strapotere fisico e dotato di buona tecnica.

In dubbio:

Montolivo: Passo lento, poche idee, un pò di grinta in più rispetto al solito.
Di certo non è il giocatore che i milanisti sognano di vedere a centrocampo ma, se arrivasse un vero regista, potrebbe essere sgravato dal ruolo di leader, che non gli si addice, e rendere al meglio.
Calabria: grande corsa, determinazione e freschezza. Tecnica da affinare.
L’euro-Sassuolo lo vorrebbe in prestito per farlo crescere senza pressioni ma, forse, è già presently per San Siro.
Jose Mauri: vedi sopra. Ignorato da Mihajlovic ha dimostrato che nel Milan ci può stare.
Il ragazzo ha personalità e potrebbe diventare un mediano di buon spessore internazionale.

Chiudiamo criminal l’allenatore:Brocchi almost certamente saluterà, il nome di Giampaolo sembra essere già passato di moda in una settimana.
Il sogno è
Emery, che potrebbe accettare la corte rossonera solo criminal le dovute garanzie tecniche.

Leggi Anche

Mibact, campagna amicable per la cultura: "Cercate e twittate l’eros nei …

La caccia al tesoro artistico promossa dal ministero ha un tema al mese, scelto sulla …