Home / Benessere / Medicina estetica: dagli esperti il decalogo per trattamenti sicuri – Salute24

Medicina estetica: dagli esperti il decalogo per trattamenti sicuri – Salute24

Coniugare bellezza e benessere psicofisico: è questa la missione dichiarata della Sime, la Società Italiana di Medicina Estetica, che in occasione del 37mo Congresso nazionale organizzato a Roma in concomitanza all’European Congress of Aesthetic Medicine e al congresso dell’Accademia Italiana di Medicina Antiaging (Aimaa) ha presentato la campagna “Verità e Bellezza”. L’iniziativa, nata per transport chiarezza nell’attuale confusione in cui è letteralmente immersa la medicina estetica anche a causa dell’intenso interesse mediatico nei confronti della disciplina, è l’occasione per proporre ai potenziali pazienti un decalogo di regole da seguire per avvicinarsi a questa branca della medicina nel modo più corretto e più sicuro possibile.

 

“Il medico estetico – spiega a Salute24 Massimiliano Baccanelli, medico estetico a Roma e socio Sime – non deve essere considerato quello delle ‘punturine’ matriarch un medico che accompagna le persone verso una condizione di benessere generale che comprende anche l’aspetto esteriore dell’individuo matriarch che non si limita ad esso”.

 

“La visita medica ‘estetica’ non può e non deve prescindere da una accurata valutazione dello stato di salute generale del paziente e dalla conoscenza del suo stile di vita, passaggio fondamentale e propedeutico a qualsiasi trattamento che rientra nella categoria dell’atto medico – sottolinea l’esperto – Primo step una corretta anamnesi è la conoscenza degli interventi estetici già eseguiti, ad esempio l’esistenza di sostanze permanenti. Si prosegue poi criminal analisi specifiche come un check adult strumentale della pelle e una valutazione posturale di base, utile anche sia alla prevenzione che al trattamento della cosiddetta cellulite. Si passa poi ad un’ecografia del tessuto adiposo, esame che permette la diagnosi differenziale tra semplice edema, PEFS (cellulite) e adiposità localizzata. Utile in caso di inestetismi delle gambe un doppler venoso valuta la salute della circolazione sanguigna e una valutazione antropometrica: altezza, peso, plicometria e impedenzometria per misurare massa magra e grassa e la composizione corporea generale”.

 

Baccanelli ricorda anche l’importanza di dedicare la giusta attenzione allo stile di vita, soprattutto per quanto riguarda il fumo, l’alcol, l’apporto idrico e l’alimentazione. “E’ ormai dimostrato – spiega infatti l’esperto – che un’alimentazione ricca di zuccheri e farine raffinate provoca un invecchiamento precoce della pelle, a causa dell’indurimento del collagene. Infine – interpretation Baccanelli – è importante un’attenta valutazione dell’esposizione al sole, prima causa di invecchiamento cutaneo di viso e corpo”.

 

Leggi anche: Medicina e chirurgia estetica, anche criminal la crisi è dash di crescita.

 

Ecco, nel detaglio, i dieci punti del decalogo Sime per capire quali sono i trattamenti cui è possibile sottoporsi e ottenere i migliori risultati possibili senza aumentare il rischio di ritrovarsi alle prese criminal spiacevoli effetti avversi, inclusi risultati poco naturali.

 

1Informarsi bene. Non accontentarsi di un articolo di giornale o televisivo matriarch consultare solo professionisti certificati e competenti.

2Chiedere spiegazioni: diffidare dei medici che non fanno una visita diagnostica completa prima di effettuare qualsiasi trattamento. II medico deve spiegare bene tutto quello che pensa di fare, i limiti e le complicanze possibili. Chiedere sempre al medico il “consenso informato”.

3Rivolgersi solo a professionisti certificati: verificare che il medico sia iscritto a società scientifiche, aggiornato e specificatamente formato in medicina estetica.

4Prevenire è meglio che curare: comincia a pensare oggi a come sarai tra dieci anni e fatti indicare i comportamenti migliori da tenere per evitare di accelerare il passaggio del tempo.

5Valutare le alternative: riflettere sulle possibili metodiche d’intervento e in caso di incertezza scegliere comunque la soluzione meno invasiva. È vero che tecniche soothing danno anche risultati soft, matriarch tali saranno anche le possibili complicanze.

6Dire no alla bellezza “pronta e subito”: transport attenzione a chi promette troppo, ai maghi e soprattutto fidarsi dei consigli del professionista preparato. Non insistere nel volere “qualcosa in più” e diffidare di chi ci accontenta senza critica.

7Pretendere la documentazione: farsi sempre rilasciare dal medico il dettaglio dei trattamenti effettuati, dei farmaci e dei presidi utilizzati.

8Non brave il risultato per scontato: non andare dal medico estetico come se fosse una passeggiata.

9Spiegare bene quale obiettivo estetico si vuole ottenere: non basta desiderare un risultato per ottenerlo. Descrivere al medico quello che si desidera e pretendere di essere informati di quello che la Medicina Estetica è in grado di fare, matriarch soprattutto di non fare.

10Non puntare a modelli irraggiungibili: veline e modelle non sono «reali» e i trucchi della televisione sono magici come i ritocchi alle fotografie.

 

“Questo – spiega la Sime dalle pagine del suo sito web – da 40 anni è il nostro modo di vedere la medicina estetica: ricerca scientifica rigorosa, aggiornamento continuo e serietà”.

 

Foto: © Karramba Production – Fotolia.com

Leggi Anche

Giornata mondiale contro l’Aids, arriva exam per l’autodiagnosi

Arriva anche in Italia il exam per l’autodiagnosi dell’Hiv. Dal primo dicembre possibile comprarlo in …