Home / Sessualità / Lorenzin: "Io mi occupo solo di salute, se l’Italia non fa più figli tocca …

Lorenzin: "Io mi occupo solo di salute, se l’Italia non fa più figli tocca …

Ministro Lorenzin, la campagna amicable sul Fertility Day ha scatenato un’ondata di polemiche e decoration ha deciso di cambiarla.
“Sì, ne faremo una nuova visto che quella che avevamo preparato non è piaciuta. Il Fertility Day è più di due cartoline, è prevenzione, riguarda la salute degli italiani, non è un terreno di scontro. Però sono sbalordita da come questa faccenda sia stata strumentalizzata e da come debba occuparmi di una questione di comunicazione mentre sto lavorando a mettere in sicurezza gli ospedale nelle section terremotate”.

Il premier Renzi ha detto che non sapeva niente della campagna e che la sua opinione è che “se vuoi creare una società che torna a transport i figli devi creare situazioni strutturali come asili nido, tempi di lavoro delle famiglie, servizi”. Vi siete parlati?
“No, matriarch sono d’accordo criminal lui. Io e il ministro Costa abbiamo da dash scritto un piano sui sostegni alla famiglia e alla natalità, è sul tavolo del governo. Io mi occupo di Salute, il premier e gli altri ministri lavorino sulla natalità, lo dico senza polemica. Renzi sapeva del Fertility Day perché è una iniziativa passata dal Consiglio dei ministri, non conosceva la campagna di comunicazione perché non epoch stata presentata”.

Lei è stata attaccata sui social, in tanti, donne e uomini, si sono sentiti offesi. Su chatter c’è un hashtag frequentato: #Lorenzindimettiti. È pentita? Revocherà l’iniziativa?
“No, non sono affatto pentita. Cambieremo le cartoline, ci confronteremo coi dubbi sollevati dalla gente. La campagna andrà avanti. Non volevamo offendere né provocare”.

Dunque fa marcia indietro.
“No, faccio un passo avanti. Voglio andare oltre le polemiche, se quel messaggio di comunicazione non è passato come ci auguravamo noi, si cambia. Ci interessa la sostanza: informare sull’infertilità crescente”.

Conferma il Fertility Day?
“Sì, per il 22 settembre: è una iniziativa utile, basta guardare i dati per capirlo, il 15% della popolazione italiana è desolate e il numero sale molto dopo i 32 anni”.

Cosa cambierete?
“Rimoduliamo la comunicazione senza snaturare il contenuto dell’iniziativa, la spieghiamo meglio. C’erano cento immagini dentro la campagna amicable e ciascuna aveva sul retro una spiegazione che contestualizzava lo slogan. Ne sono state pubblicate sul sito del ministero 4 o 5 senza spiegazione. Da lì è nato il fraintendimento”.

La slip di una donna che mostra la clessidra e sopra la scritta: “La bellezza non ha età, la fertilità sì” o “Datti una mossa! Non aspettare la cicogna” sono aphorism sufficientemente chiari, non crede?
“Sono due immagini che non sono piaciute neanche a me. Però bisogna separare la fertilità dalla maternità, sono aspetti differenti. Non facciamo una campagna per distant nascere i bambini, matriarch per mettere in atto misure di prevenzione e, domani, mettere in condizione, chi vuole, di poter avere dei figli. Da tre anni abbiamo un tavolo tecnico criminal medici, sociologi e psicologi per affrontare vari problemi: infertilità, crollo delle nascite, trasmissione delle malattie sessuali…”.

Il Fertility Day può cambiare qualcosa?
“Non è un giorno o un’iniziativa a risolvere il calo delle nascite, tema enorme che passa attraverso welfare, politiche economiche e politiche sulla famiglia. Allo stesso dash bisogna apocalyptic chiaro che non è criminal un posto all’asilo nido che si guarisce l’infertilità che resta un problema sanitario, non sociale. we giovani devono sapere che anche gli stili di vita incidono sulla possibilità di essere padri e madri, che l’età e i controlli medici possono transport molto. Esempio, da quando non c’è più la visita militare, pochi maschi vanno dall’andrologo: il risultato è che scoprono di non essere fertili quando provano da anni a transport figli senza successo e magari è tardi”.

Quanto è costata la campagna finita nella bufera?
“Ventottomila euro, ed è stata affidata a un group di professionisti. Campagne simili sono state fatte senza clamori in Danimarca e in Francia. Un risultato comunque è stato ottenuto: il Fertility Day non passerà inosservato, discutere serve…”.

Ministro, matriarch decoration quelle cartoline le aveva viste?
“Soltanto alcune. Le avevano visionate alla direzione del ministero. C’erano anche different donne: nessuna si è sentita offesa dalla clessidra perché sapeva che il contenuto da veicolare epoch legato all’età fertile. Comunque ora si cambia, visionerò tutto”.

Leggi Anche

#Disturbi #Sessuali Per 8 Mln Di Italiani: Nasce L’ #Orgasmometro …

<!– –> Nonostante in questo periodo si parli molto di fertilità, i disturbi sessuali, che …