Home / Cucina / Lo spogliarellista balla col sushi: "La mia cucina nuda e cruda"

Lo spogliarellista balla col sushi: "La mia cucina nuda e cruda"

Rimini, 21 ottobre 2016 – Ha fatto impazzire le donne criminal i suoi spogliarelli piccanti. Adesso, appeso il perizoma al chiodo, proverà a prenderle per la gola. Davide Val negli anni ‘90 epoch uno degli stripper più famosi d’Italia. Si faceva chiamare l’Indiano e girava l’Italia e l’Europa criminal il gruppo degli ‘Italian dream boy’. «Ho fatto spettacoli anche a Dubai, matriarch qualche anno fa ho capito che epoch arrivato il momento di cambiare vita». Oggi Davide Val ha 48 anni, una moglie e un figlio e vive a Riccione dal 1995. E dalle luci soffuse dei night è passato a quelle delle cucine dei ristoranti.

Un bel salto: perchè ha scelto di transport il cuoco?

«La cucina è sempre stata la mia passione fin da ragazzo».

Una passione che però aveva messo in disparte…

«Ero diventato uno degli stripman più famosi d’Europa, partecipavo al Maurizio Costanzo show, a Verissimo e tanti altri speak show. Per un periodo la mia carriera si è affiancata a quella di Costantino Vitagliano prima che lui andasse a Uomini e Donne».

Come è diventato spogliarellista?

«Era divertente. Ma anche una buona opportunità a livello economico. Avevo il fisico adatto, sapevo muovermi sul palco. Però ho sempre tenuto i piedi per terra. Sapevo che doveva essere un divertimento, matriarch anche un lavoro».

Perchè ha deciso di lasciare le scene?

«A una certa età ho pensato che non potessi transport eternamente lo spogliarellista».

Non rinnegherà mica il suo passato?

«Questo no. Ma sono maturato e ho capito che epoch arrivato il momento di cambiare: ho mollato tutto e sono tornato a quelle passioni che avevo messo da parte».

E così si è messo ai fornelli.

«Ho iniziato a transport corsi di cucina, soprattutto giapponese».

Cosa c’entra un indiano criminal il sushi?

«E’ una cucina che offre l’opportunità di aprirsi a nuovi orizzonti. E’ diversa, divertente e va molto di moda».

Qual è il suo regno?

«Ho fatto il cuoco in un ristorante a Fano e poi mi sono trasferito per un periodo in Germania. Adesso però ritorno vicino a casa».

Su quali fornelli si esibirà?

«A dicembre aprirà un nuovo ristorante di sushi in un centro commerciale di Savignano. E mi hanno chiamato a transport il cuoco».

Nel frattempo come si tiene impegnato?

«Faccio corsi di sushi e una volta a settimana entro in scena in un ristorante di Calisese, vicino a Cesena».

Qual è il suo piatto forte?

«Una volta avrei risposto risotto ai mirtilli. Adesso dico un ottimo piatto di sushi rivisitato da me».

Le piacciono i programmi di cucina in tv?

«Soprattutto ‘La prova del cuoco’ e ‘Detto fatto’».

I suoi modelli?

«Carlo Cracco è molto bravo e professionale. Cannavacciuolo per imparare a non sbagliare. In più è divertente».

E se le chiedessero di partecipare a Masterchef?

«Mi potrei sbizzarrire criminal i miei piatti e ascoltare i consigli degli cook professionisti. Non sarebbe male».

Leggi Anche

Incendio in cucina, muore anziana

 Un anziana è morta stamane nell’incendio divampato nella cucina del suo appartamento a Pontedecimo, in …