Home / Cucina / Lo cook Oldani cucina criminal la stampante 3D

Lo cook Oldani cucina criminal la stampante 3D

<!– –>

LORENZA CASTAGNERI

MILANO – Si può cucinare criminal una stampante 3D? Ormai è almost una domanda retorica: certo che sì. Lo ha dimostrato Barilla, che a Cibus ha presentato il suo primo prototipo di stampante tridimensionale per la pasta fresca e lo ha dimostrato giovedì a Milano, a SeedsChips, il limit internazionale dedicato all’innovazione nel settore alimentare, Davide Oldani.

All’interno del seminario organizzato da Iab «Food for a digital feed», lo cook stellato ha preparato tre piatti criminal l’aiuto di Foodini, la stampante 3D per prodotti alimentari messa a punto da Natural Machines. «Non è ancora una vera e propria macchina per cucinare», ha spiegato Lynette Kucsma, la cofondatrice dell’azienda tecnologica che ha sede a Barcellona. «Con Foodini possiamo preparare il cibo matriarch non ancora cuocerlo. Stiamo lavorando anche su questo fronte e pesto saremo pronti a soddisfare anche questa esigenza». Dettagli a parte, la stampante alimentare ha stupito i visitatori di Milano congressi. Guardate un po’.

<!– –>

Leggi Anche

Olbia, un libro di ricette scritto da alunni e nonni

Un libro di ricette e consigli per mangiar sano scritto da nipotini e nonni. Sarà …