Home / Cucina / Let’s Bake Art, cucina a regola d’arte: le ricette più amate dai grandi …

Let’s Bake Art, cucina a regola d’arte: le ricette più amate dai grandi …

Metti una sera a cena con Dalí: surreale? Non troppo. Con Let’s Bake ART gustare le ricette amate dai big del mondo dell’arte è possibile e facile. Il libro, auto pubblicato lo scorso anno da Mariapia Bruno, giornalista di cultura, mette insieme 79 ricette originali di artisti che hanno fatto – e che continuano a fare – la storia dell’arte: da Monet a Picasso, da Frida Kahlo a Roy Lichtenstein, da Guttuso a Marinetti, a molti contemporanei. Il volume, dal prossimo 8 giugno, giorno del suo primo compleanno, sarà disponibile anche in inglese e per Kindle.

L’idea è stata suggerita all’autrice da Claude Monet: dopo aver trovato per caso in un bookshop un libretto che raccoglieva tutte le ricette scritte di pugno dal padre dell’impressionismo, Mariapia si è chiesta se anche altri artisti avessero avuto la stessa passione per i fornelli. Il gioco è stato facile, in quanto il connubio tra arte e cucina si è rivelato un evergreen nelle biografie di molti maestri. Avreste mai pensato che Cézanne fosse così ghiotto di Anchoiade (un paté di acciughe) tanto da farselo portare ogni giorno in studio e che Georgia O’Keeffe fosse così golosa di spinaci da poterli mangiare ogni giorno? E che Picasso avesse anche cucinato, e non solo dipinto, quella golosissima Charlotte al cioccolato che troviamo in una sua opera cubista?

La lista di ricette d’artista è lunga e si snoda dagli antipasti ai dolci, da semplici paté da fare al microonde, come Man Ray insegna, a complesse composizioni dolciarie, come il Timbale Elysées Lasserre firmato da Dalí e da lui stesso sconsigliato ai cuochi amatoriali. L’autrice non si è limitata a fare un copia e incolla delle ricette man mano scovate, ma le ha anche realizzate, fotografate e adattate al pubblico contemporaneo. Inoltre, sono diversi i contemporanei, anche molto giovani, che hanno partecipato a Let’s Bake ART con una ricetta. Tra questi Paolo Maggis con le sue ricette biologiche, Giovanni Scifo con una ricetta realizzata con i prodotti di Libera Terra – per sottolineare l’importanza della lotta alla mafia -, Sissi, con una ricetta che è più una strategia di sopravvivenza, e Luisa Menazzi Moretti, con la sua freschissima insalata Kosher.

Anche Steve McCurry ha dato il suo contributo: il fotoreporter, impegnatissimo, non cucina, ma è sempre pronto a gustare le specialità italiane. I suoi piatti preferiti? Caprese, penne all’arrabbiata, rombo al forno e tiramisù.

Il libro si può ordinare direttamente dall’omonimo blog (letsbakeart.wordpress.com 19 euro) scrivendo una mail all’autrice. Esiste anche un canale You Tube con lo stesso nome dove poter vedere le video-ricette di alcuni dei piatti proposti nel volume.

Leggi Anche

Ristrutturare la cucina? Ecco cosa scelgono gli italiani

Per molti è la stanza più importante della casa. Quella che si vive di più. …