Home / Viaggi / L’Ecuador sarà la nuova meta delle vacanze dei ricchi

L’Ecuador sarà la nuova meta delle vacanze dei ricchi

Un piccolo Paese fuori dalle rotte turistiche, l’Ecuador sta diventando una meta molto apprezzata dal jet set internazionale.

Affacciato sull’Oceano Pacifico, è il Paese delle Isole Galápagos, meta naturalistica per appassionati di bird watching e di eco-turismo.

Le spiagge della costa dell’Ecuador sono ancora poco frequentate, veri paradisi incontaminati, con pochi resort, ma lussuosissimi. Il litorale dell’Ecuador riserva non poche sorprese.

Le spiagge intorno Esmeraldas, nel tratto Nord di costa ecuadoriana, sono le più belle. Tra queste c’è Atacames, considerata la più bella e anche la più vivace. Qui si sono attrezzati con un porto internazionale dove attraccano mega yacht e di un piccolo aeroporto dove atterrano jet privati, di magnati e star del cinema alla ricerca di angoli tranquilli dove trascorrere le vacanze. Oltre ai mega alberghi in stile americano, di recente sono nati anche diversi boutique hotel di design molto più tranquilli.

Esmeraldas è nota in Ecuador come la “capitale del ritmo” per la diffusione dei locali da ballo che spesso sono ubicati direttamente sulla spiaggia dove ci si scatena a suon di salsa e marimba.

Sul tratto di costa centrale invece c’è Montañita, la spiaggia prediletta da chi ha la passione per il surf. Un tempo frequentata dalle comunità di hippie, oggi l’ex villaggio di pescatori, dove si gira quasi esclusivamente a piedi o in bicicletta, è la meta prediletta di chi cerca una vacanza radical chic. Nascoste tra la vegetazione rigogliosa vi sono diverse ville private che si possono affittare per le vacanze.

A Sud invece si trova Isla de la Plata, considerata una parente delle Galápagos. Si trova all’interno del Parco nazionale Machalilla le cui foreste ospitano una fauna variegata. Se le orde di turisti si dirigono verso le più note isole, i nuovi viaggiatori preferiscono la quiete e l’autenticità di Isla de la Plata, l’Isola d’argento, che prende il nome dalla leggenda secondo cui Sir Francis Drake avrebbe nascosto il proprio tesoro proprio qui. Non ci sono hotel, si viene solo per godere del silenzio e della natura unica al mondo. E forse qualcuno anche per cercare eventuali forzieri colmi di dobloni e di pietre preziose.

Leggi Anche

Ulassai per un giorno capitale dell’arte, al via le celebrazioni per Maria Lai

Direttori di musei, giornalisti, critici, ma anche tanti amici e familiari. Mercoledì prossimo, a Ulassai, …