Home / Benessere / La nuova governance farmaceutica: sostenibilità, regole e prospettive

La nuova governance farmaceutica: sostenibilità, regole e prospettive

GENOVA

Si svolgerà domani 23 marzo a Genova, nell’Aula Magna dell’Università il terzo convegno annuale Aphec dal titolo “La nuova governance farmaceutica: sostenibilità, regole e prospettive”. Universalismo e sostenibilità sono due facce della stessa medaglia.

La sanità italiana è stata chiamata, in questi anni, a contribuire, forse come nessun altro settore, agli obiettivi di stabilità economica. Nonostante una spesa sanitaria pubblica procapite decisamente inferiore a quella di Germania (-80%) e Francia (-42%), il nostro sistema sanitario è giudicato tra i migliori al mondo. La crisi economica e conseguente contrazione della crescita del Pil, hanno penalizzato pesantemente le risorse destinate alla sanità. Nel documento di recente pubblicazione della Corte dei Conti “Referto al Parlamento” sulla gestione sanitaria 2016 viene messo in evidenza come invecchiamento della popolazione e innovazione tecnologica portino inevitabilmente un aumento della spesa, a fronte di risorse limitate. L’invecchiamento della popolazione e il problema (strettamente correlato) delle cronicità sono tra le sfide più difficili e la Liguria può dare un contributo importante portando la propria esperienza.

Infatti la Liguria rappresenta un caso di studio interessante, avendo già ad oggi una struttura demografica particolarmente anziana, con una quota di over 65 pari al 28% contro una media nazionale del 22%. In presenza di popolazione anziana, si rileva una maggiore incidenza delle cronicità. Nel Piano Nazionale delle Cronicità si stima che una componente compresa tra il 70 e l’80% delle risorse sanitarie dei paesi avanzati sia assorbita per la gestione delle malattie croniche. Ecco quindi l’importanza della Liguria come laboratorio economico naturale, a cui guardare per analizzare e prevedere scenari che in altri Paesi (e in altre regioni italiane) si concretizzeranno solo tra diversi anni.

Anche in uno scenario economicamente difficile come quello attuale, devono essere trovate delle risposte che tutelino l’universalismo, caposaldo del nostro sistema sanitario, e il diritto del paziente ad accedere alle nuove terapie (sempre più costose). Si rileva per esempio una spesa privata (la cosiddetta out-of-pocket) per cittadini italiani decisamente superiore a quella evidenziata da Germania e Francia.

Al convegno, esperti e decisori pubblici si confronteranno su queste tematiche portando ciascuno il proprio contributo e la propria esperienza, con l’obiettivo di mettere sul campo esperienze da condividere per una discussione comune.

Si cercherà quindi di trovare soluzioni efficienti per garantire la sostenibilità del sistema sanitario, e al contempo la qualità e l’universalità dei servizi.

Tra i temi che verranno trattati si evidenziano:

– payback, fondo farmaci innovativi, fondo sanitario sono idonei e suffcienti alla governance della spesa e alla sostenibilità del sistema sanitario?

– Cronicità e invecchiamento della popolazione: come ci si sta attrezzando a queste sfide?

– Farmaci innovativi e ad alto costo: tra il diritto di accesso alle cure del paziente, difficoltà economiche a sostenerne il costo, procedure regionali diversificate, difficoltà procedurali di accesso a extra budget, compensazioni regionali e accesso al fondo nazionale per i farmaci innovativi.

Marcello Montefiori – Professore associato di scienza delle finanze

DIEC – Dipartimento di Economia Università degli Studi di Genova

Video

Leggi Anche

Ricerca: medicina personalizzata e biotecnologie, Giornata al Gemelli

Roma, 19 set. (AdnKronos Salute) – Medicina personalizzata e innovazioni biotecnologiche, per fornire mezzi diagnostici …