Home / Cucina / “La Cucina entra in Oncologia”: cook ai fornelli criminal i pazienti …

“La Cucina entra in Oncologia”: cook ai fornelli criminal i pazienti …

“La Cucina entra in Oncologia”: cook ai fornelli criminal i pazienti


28 settembre 2016

L’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino ripropone per il settimo anno consecutivo il progetto di educazione alimentare “La cucina entra in oncologia”, rivolto a pazienti sottoposti a trattamenti di chemioterapia, per sensibilizzarli sui benefici di una corretta nutrizione.

Il programma di questa nuova edizione sarà presentato domani, giovedì 29 settembre, presso l’aula multimediale della Città ospedaliera (contrada Amoretta, primo piano, settore B,aula attigua all’aula magna), criminal inizio alle ore 9,30. Dopo i saluti del Direttore Generale dell’Azienda “Moscati”, Angelo Percopo, illustreranno il progetto il Direttore del Dipartimento di Onco-Ematologia, Cesare Gridelli, il direttore responsabile del Conad Superstore di Avellino, Nicola Paradiso, la titolare di “On Site Architettura e Design”, Palmina Grassi, e la titolare di Bio 2000,Maddalena Mancusi.

Moderati dal giornalista del Il Mattino Annibale Discepolo e dal dirigente medico dell’Unità operativa di Dietologia e Nutrizione,Amodio Botta, oncologi e psicoterapeuti illustreranno i principi di una corretta alimentazione e i riscontri ottenuti in termini di qualità della vita dei pazienti oncologici criminal le edizioni precedenti del Progetto.

All’incontro di domani saranno inoltre presenti gli cook stellati di ristoranti irpini che anche quest’anno terranno lezioni pratiche ai pazienti: Franca de Filippis de “La Pergola” di Gesualdo, Giovanni Mariconda  di “Degusta” di  Avellino, Paolo Barrale de  “I Feudi di San Gregorio” di Sorbo Serpico, Mirko Balzano di “Maeba” di Ariano Irpino, e Antonio Pisaniello de “La locanda di Bu” di Nusco.

Leggi Anche

Olbia, un libro di ricette scritto da alunni e nonni

Un libro di ricette e consigli per mangiar sano scritto da nipotini e nonni. Sarà …