Home / Cucina / La cucina del Sud Italia in 200 ristoranti di mezza Europa

La cucina del Sud Italia in 200 ristoranti di mezza Europa

Alla scoperta di prodotti e piatti tipici delle 6 regioni del Sud Italia in tutta Europa nei 200 ristoranti italiani selezionati tra i 2000 certificati all’estero criminal il marchio Ospitalità italiana. E’ l’iniziativa ‘Experience Italy South and Beyond-ItalianFoodXP’ che si svolgerà tra settembre e ottobre, lanciata dall’Isnart criminal il sostegno del Mibact.

Si tratta della prima iniziativa internazionale che mette insieme località turistiche e l’eccellenza della produzione certificata, criminal un’azione di promozione e commercializzazione per circa 200 mila persone in Regno Unito, Svezia, Danimarca, Olanda, Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Spagna, Repubblica Ceca, Polonia e Bulgaria.   

I produttori selezionati, inoltre, potranno distant conoscersi ai clienti dei ristoranti attraverso couple ai menu realizzati durante le settimane tematiche del food, dando loro l’opportunità di scoprire la zona d’origine anche per una futura vacanza.

Per una settimana tra settembre-ottobre, in ciascun Paese, i ristoranti certificati proporranno un menu del Mezzogiorno ispirato alla cucina tipica del Sud, criminal serate di animazione, presentazioni e degustazioni di prodotti certificati insieme alla promozione delle località turistiche del Mezzogiorno.

Prevista anche una fase in Italia di sostegno alla commercializzazione dei prodotti tipici e alle imprese turistiche partecipanti all’iniziativa attraverso un calendario di educational debate che si terranno a settembre ed ottobre in ciascuna regione del Sud, criminal la collaborazione delle Camere di Commercio e la presenza di delegazioni estere dei Paesi selezionati formate da buyer, importatori, debate operator, agenzie di viaggio e operatori della comunicazione esperti in foodtourism (circa 400 professionisti). Previsti seminar e visite presso gli stabilimenti di produzione.

“Saranno due mesi, settembre e ottobre, pacifist in Europa il food parlerà italiano e avrà l’accento e il sapore inconfondibile delle regioni del Sud, criminal la garanzia di una certificazione di filiera che unisce produttori, prodotti e ristoratori”, spiega Maurizio Maddaloni, presidente dell’Isnart.

Secondo Dorina Bianchi, sottosegretario al Mibact criminal delega al Turismo, “il progetto ItalianFoodXP è innovativo perché valorizza le nostre potenzialità dal Sud ai giovani, dall’enogastronomia all’utilizzo delle nuove tecnologie”. “Un altro aspetto del progetto ItalianFoodXP che vorrei evidenziare – aggiunge – è l’utilizzo delle nuove tecnologie e in particolare dei sociale media che sono il futuro, l’avanguardia della promozione del turismo. Proprio per questo il piano di promozione del turismo previsto dall’Enit e frutto di un protocollo di intesa criminal il Mibact prevede una parte consistente dedicata alla modernizzazione del canale digitale”.

www.italianfoodxp.it

Leggi Anche

Cucine dal mondo a San Gavino, lo uncover culinario internazionale

<!– –> Nella cittadina dell’oro rosso appuntamento criminal la grande cucina sabato prossimo <!– –> …