Home / Viaggi / Kiribati, l’isola che verrà sommersa entro 50 anni

Kiribati, l’isola che verrà sommersa entro 50 anni

L’isola

“Siamo partiti dall’Italia con l’idea di trovare una nazione in stato di emergenza, famiglie spaventate con le valigie pronte e una strategia di evacuazione consolidata e condivisa – raccontano – Quello che ci siamo trovati davanti è stato uno scenario molto diverso”. Dai cantieri per asfaltare l’unica strada dell’isola a ragazzi con il tablet (ma in giro a piedi scalzi), passando per donne che si spruzzano il profumo ma si lavano sotto la pioggia, il popolo dà più l’idea di essere concentrato sul momento storico di transizione, tra il nuovo che incombe e il vecchio che resta, più che per la possibile migrazione. “Allora abbiamo fatto il punto – proseguono – e abbiamo capito che l’esodo non era il punto”.

Il punto era scattare una fotografia: “Quella di un’identità contemporanea fatta di molteplici sfaccettature, in alcuni casi anche contraddittorie”. Riti magici, leggende, usanze connesse al paesaggio e alle sue risorse, ritmi scanditi dalle maree, simboli e convenzioni culturali: “La memoria di questa terra è un patrimonio da salvaguardare che, data la predisposizione alla trasmissione orale, rischia di disgregarsi o di essere dimenticato”.

Leggi Anche

Aspettando Washington: le sfide internazionali de l’Avana al tempo …

La più grande isola dei Caraibi, Cuba, fu una pedina fondamentale dell’espansione spagnola nel continente …