Home / Gossip / James Bond papà sarebbe il più grande crossover con la vita di …

James Bond papà sarebbe il più grande crossover con la vita di …

Occhi penetranti di ghiaccio profondo, quell’azzurro screziato che si intravede solo sugli iceberg più compatti. Mascella netta, sorriso mai presente, espressione distaccata e parecchio snob, a detta di qualcuno.

Tra gli attori che hanno interpretato i film di 007 Daniel Craig è indubbiamente uno dei più rappresentativi (anche se per carità non ci toccate Sean Connery) e anche uno dei più credibili James Bond nel nuovo millennio. La conferma dell’attore nel nuovo capitolo della saga della spia più famosa al mondo è arrivata: nel 25esimo film di James Bond Daniel Craig interpreterà 007 per la quinta volta.

A 50 anni di età Daniel Craig resta così nell’immaginario collettivo tra smoking, salti e pistolettate, accompagnato da colonne sonore riconoscibilissime (sì Adele, stiamo parlando di Skyfall premio Oscar). Nella vita reale, Daniel Craig non potrebbe essere più lontano di così dal personaggio che interpreta.

È un altro pianeta, proprio.

Mentre la conferma della MGM usciva su tutti i giornali (il film uscirà però a dicembre 2019, in tempo per le proiezioni prenatalizie), su Just Jared è apparsa la foto di Daniel Craig e Rachel Weisz incinta.

I due attori sono sposati da anni (cerimonia segretissima) e sono la coppia più discreta e riservata dell’intero showbiz. Mai un gossip, rarissimi i red carpet insieme, una vita privatissima che riguarda solo loro e i figli dai precedenti matrimoni (Ella Craig e Henry Aronofsky, dimessissimi anche loro, praticamente invisibili ovunque, anche sui social).

Quindi Daniel Craig papà per la prima volta con la moglie Rachel Weisz è una notizia più notizia di James Bond: perché il crossover si compie definitivamente. E fa sognare un James Bond diverso, in grado di passare dai pannolini ai servizi segreti.

Magari meno sessista e maschilista, accuse che hanno spesso colpito James Bond negli ultimi anni. Non significa snaturare il personaggio ma attualizzarlo allo zeitgeist, lo spirito del tempo.

Sì, Ian Fleming lo concepì in un modo e i libri di James Bond sono scritti in quello stile, ma non è detto che i capitoli cinematografici non possano adeguarsi al nuovo mondo in cui vengono girati. Daniel Craig 007 papà che coccola un bambino, cucina in casa e si preoccupa della vita di tutti i giorni poco prima di gettarsi in un nuovo mistero internazionale sembra molto più credibile della bella vita cui ci aveva abituato la spia.

E un bello spot inclusivo per i papà nella parità delle mansioni famigliari. Signorine e spie succinte permettendo.

.

Leggi Anche

OMLOG è partner della Vip Lounge del 58 Salone Nautico di Genova

Genova, 21 settembre 2018 – Omlog, società multinazionale specializzata nella logistica per l’industria della moda …