Home / Viaggi / Installati ai Musei Vaticani 18 defibrillatori: i primi in Italia – Corriere.it

Installati ai Musei Vaticani 18 defibrillatori: i primi in Italia – Corriere.it

22 mila visitatori al giorno

«Circa 22.000 persone al giorno visitano i Musei Vaticani -spiega Alfredo Pontecorvi, direttore della Direzione sanità e igiene della Città del Vaticano – e già oggi abbiamo infermieri e medici presenti giorno e notte per far fronte a ogni emergenza. Ma l’intervento per arresto cardiaco deve esser il più immediato possibile. Ogni minuto che passa può causare danni irreversibili. Di qui la decisione di compiere questo sforzo di rendere una delle aree museali più belle e grandi al mondo completamente cardio-protetta». Diciotto i defibrillatori automatici che sono stati istallati sul percorso di visita e 300 i custodi formati per utilizzarli potranno permettere un intervento di stabilizzazione del paziente nei primi secondi dall’evento cardiaco. «L’intervento immediato in attesa dell’ambulanza – sottolinea Mariella Enoc, presidente del Bambino Gesù – è un vero salvavita. Quindi possiamo dire che questi musei custodiranno non solo opere d’arte ma il cuore delle persone. Il nostro compito non finisce qui, perché la formazione per esser valida deve esser continua, non solo per continuare a formare il nuovo personale che verrà assunto ma anche per ricordare a chi già si è formato».

Leggi Anche

Trasporti, arriva App Nugo,tutto il viaggio sullo smartphone – ANSA.it

ROMA – Pianificare un intero viaggio via smartphone combinando e integrando i mezzi di trasporto …