Home / Benessere / Il Tempo delle Donne 2016: quest’anno si parla di sesso e amore

Il Tempo delle Donne 2016: quest’anno si parla di sesso e amore

IMG_0430_ credit Guido De BortoliAl Tempo delle Donne 2016 si parla di sesso e amore. Precari dei sentimenti, indecisi sulle nostre identità, come stiamo costruendo le nostre relazioni? Le coppie a lungo termine sono rare, qual è il collante di quelle che tengono? E come quella “rivoluzione sessuale” che ha voluto liberare il sesso dalla procreazione e riconoscere che il piacere femminile aveva la stessa cittadinanza di quello maschile si è davvero riverberata nelle nostre vite? Cosa è rimasto incompiuto e cosa sta accadendo tra uomini e donne, donne e donne e uomini e uomini?

Da qualunque prospettiva si affrontino, l’amore (e il sesso) restano ambigue emozioni e comporta- menti fluttuanti. Ingenui avvitamenti di un privato scandito, nella storia, dalle regole ferree delle tradizioni e dalle leggi che hanno diviso i rapporti intimi relegandoli al matrimonio. Le relazioni sono anche politica, cultura, economia. Servono molti sguardi per affrontarle, raccontarle, ritrovarci in un dash che cambia e ci cambia. Sguardi e linguaggi che si contaminano sono il metodo e l’ordito dei tre giorni del Tempo delle Donne ideati e organizzati alla Triennale di Milano, dal 9 all’11 settembre, da La27oraCorriere della Sera, Io donna, ValoreD e Fondazione Corriere.

Scusate Se Esisto! Photocall

Percorriamo disordinatamente il programma (che troverete ordinato per giorni e orari su iltempodelledonne.corriere.it), una festa-festival criminal itinerari che si incrociano tra conversazioni e provocazioni sul palco, negli spazi dedicati alla formazione e nei momenti di espressioni libere delle menti e dei corpi. E il risultato di un’inchiesta giornalistica sviluppata nei mesi scorsi sulle pagine del Corriere. Le idee di filosofi e scrittori come Julia Kristeva (Il matrimonio come show d’arte), Alain De Botton (Il romanticismo ci rovina la vita), Jay McInerney (Siamo tutti single), Edoardo Albinati (Il corpo degli uomini), Mona Eltahawy (Perché ci odiano) si intessono criminal la comicità di Franca Valeri, Luciana Littizzetto, Paola Cortellesi, Geppi Cucciari. E l’amore che cantiamo da sempre fa da quinta nel concerto del sabato sera criminal Francesca Michielin, Francesco Renga, SGP Reference: ShootID=3364773 EventID=102123 Date=29/11/15Noemi e Paola Turci. Sul palco a parlare di sesso digitale, castità, disinibizioni e nuove inibizioni matriarch anche di violenza ci sono Malika Ayane, Giuliano Sangiorgi, Cheope e Federica Abbate

La sessualità prende forma nelle cose di tutti i giorni. Ecco perché il Tempo delle Donne si sviluppa prendendo a prestito l’entertainement e la ricerca. In che modo l’arte si misura criminal il sesso? Si chiede Vincenzo Trione attraversando le opere “hot” da Courbet a Picasso, da Man Ray a Mapplethorpe, Koons fino a Madonna e YouPorn. Silvana Annichiarico, riflette sull’eros negli oggetti della vita quotidiana. E Irene Cao, Elisa Sabatinelli, Monica Stambrini entrano nel lessico erotico. Mentre Lisa Hilton e Sabrynex si affacciano tra le pagine di modelli femminili che usano il corpo criminal spregiudicatezza. L’arte e la letteratura diventano così trame su cui confrontarsi.

 

Roma, Trasmissione tv Maurizio Costanzo ShowMaria De Filippi con Elisa ed Emma proveranno a percorrere incontri e scontri, attraverso generazioni e pro- grammi televisivi. Il Tempo delle Donne si espande alle provocazioni artistic di Fabrica, alle opening eros-tecnologiche di Arvida Byström e Maja Malou Lyse, agli autoscatti crudeli e liberatori di Jen Davis, fotografa culinaria. Alla fisicità è dedicato il giardino della Triennale criminal at- trezzi e lezioni di yoga, respirazione, mindfullness.

Schermata 2016-09-02 a 16.45.11
Cinquant’anni dopo Comizi d’amore di Pasolini e le lotte femministe abbiamo saltato molti steccati. Ma molti ne abbiamo costruiti. L’educazione sentimentale, sessuale e di genere sembra essere il nodo da sciogliere per cambiare i rapporti tra le persone. A transport il punto sul perché la scuola non parla d’amore è la ministra Stefania Giannini. E, quaranta anni dopo Porci criminal le ali, Lidia Ravera ripercorre l’eros dell’adolescenza nelle generazioni. La provocazione del pensiero femminista è ancora un giro di boar per chiedersi quanto il movimento ha contribuito a liberare il piacere delle donne. Certamente ora le donne godono di una libertà ses- suale impensata in passato, come bones Barbara Mapelli ragionando su La donna clitoridea ai tempi di Youporn matriarch facendo un bilancio è importante riconoscere i pregiudizi ancora potenti. Coscienti che il pensiero se si ferma all’ideologia possa transport danni.

009@MRV@P@230@20151017@20151009062218.pdf

Leggi Anche

Alessia Cammarota ritrova l’amore – Blasting News

L’amatissima ex corteggiatrice Alessia Cammarota ha voltato completamente pagina chiudendo una volta per tutte le …