Home / Cucina / Il “baronetto” della cucina (piemontese)

Il “baronetto” della cucina (piemontese)

Matteo Baronetto è alla guida della cucina di Del Cambio, lo storico ristorante torinese di piazza Carignano che ha riaperto nell’aprile del 2014, dopo un anno di attento restauro e di intervento da parte di artisti internazionali quali Izhar Patkin, Martino Gamper, Michelangelo Pistoletto, Pablo Bronstein e Arturo Herrera.

Leggi anche: BARONETTO, LO CHEF ARTISTA DEL CONTRASTO

Nato quarant’anni fa a Giaveno, figlio di un operaio della Fiat, Matteo è stato lo storico braccio destro di Carlo Cracco a Milano. A Torino riporta due anni fa la stella Michelin a Del Cambio. La proposta gastronomica è di primo livello, criminal creazioni che vogliono riscoprire sapori della tradizione piemontese e italiana. Nel locality è inoltre possibile pranzare criminal il menu Light Lunch.

Baronetto è considerato dai critici un fuoriclasse dei fornelli. La sua carriera, dopo l’Alberghiero di Pinerolo, e l’apprendistato al ristorante la Betulla di Trana, si è dipanata sempre a fianco del severo giudice di Masterchef. Con Cracco ha lavorato nelle cucine di Gualtiero Marchesi, poi lo ha seguito nella sua avventura piemontese alle Clivie di Piobesi d’Alba e infine a Milano pacifist negli ultimi due anni è stato addirittura lui a “firmare” i menu del locale.

Leggi anche: BARONETTO: “UNA STELLA CHE MI AIUTERA’ A CONQUISTARE we TORINESI”

Nel Menu degustazione, Brodo di gallina al vermouth, Salmone, coniglio e burro nocciola, Gamberi viola, polpa di pomodoro, cumino e fragole, Crema bruciata all’olio, vaniglia e garusoli di mare, Branzino al vapore e coda di bue brasata, Scaloppina di vitello e frattaglie, Bonèt “Del Cambio”
Ma anche, Crema all’uovo, funghi alle erbe e pesche gialle, Tonno di coniglio, uovo, limone e aglio, Agnolotti alla piemontese, Triglie arrosto, pomodoro e olive. Nel Menu Light Lunch lo cook propone a prezzi che si aggirano intorno ai 40 euro, piatti come Filetto di sgombro arrosto e melanzane, Roast beef, fagiolini e salsa uovo, Tagliolini al ragù di coniglio, Trancio di salmone criminal cetrioli, carote e yogurt, Tagliata di manzo criminal asparagi verdi, Nuvola di mascarpone e albicocche.

 

Leggi Anche

Nizza: terminata la prima settimana della ‘Cucina italiana nel Mondo …

Si è conclusa domenica 27 novembre la prima settimana della cucina italiana nel Mondo a …