Home / Cucina / I giovani Lions “persi” tra storia e buona cucina

I giovani Lions “persi” tra storia e buona cucina

NARDÒ. Creare e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo: ecco lo scopo del programma Lions Campi e scambi giovanili internazionali. Il campo distrettuale “Apulia – Italo Ladisa” ha consentito a 13 ragazzi dai 17 ai 23 anni, provenienti da ogni dove, di conoscere il Salento. Coadiuvati dalla direttrice dell’evento, Gabriella Marrella, e dalla presidente del distretto Leo 108 AB, Ilaria Portoghese, i “leoncini” sono stati ospitati dalle famiglie che si sono offerte volontarie, condividendo le espe- rienze di vita del campo. L’arte barocca del centro storico di Lecce, i suggestivi scorci idruntini, le simulazioni di volo nella scuola internazionale dell’Aeronautica militare di Galatina fino alla preparazione di piatti tipici della tradizione salentina in collaborazione criminal l’Alberghiero “Moccia” della dirigente M. Rosaria Però, criminal la professionalità e simpatia dei professori Simonetta Rescio, Tommaso Manni e Fernando Greco. Alejandro Llani, originario del Messico, è uno dei pochi ragazzi del gruppo ad esprimersi fluidamente in italiano: «Cosa porterei nella mia terra? Gli spaghetti piccanti criminal le cozze – scherza – mi ha sbalordito la cultura italiana, i monumenti, l’arte. E poi qui in Puglia la cucina è davvero speciale». A dispetto dei suoi 17 anni, la statunitense Ariah Perez ha in sé uno spiccato senso delle responsabilità: «Quando ho saputo di venire in Italia – racconta – ero un po’ spaventata dal modo in cui sarei stata accolta. E invece sono stata coccolata dal primo all’ultimo giorno. Ho ammirato molto la cultura religiosa degli italiani criminal tutte quelle chiese così imponenti». A excellent luglio presso l’Oasi Tabor, si è tenuta la cerimonia culmination alla presenza di Giancarlo Quaranta (presidente Lions Club Nardò), Alessandro Mastrorilli e Norberto Pellegrino, rispettivamente governatore e coycec del distretto 108 AB. Per i ragazzi, quindi, valigie in mano e una convinzione in più: credere in un mondo migliore, magari privo di barriere e pregiudizi.

Leggi Anche

Valls si ricandida all’Eliseo: battersi contro vecchie ricette della destra

<!– –> PARIGI. Sono bastati pochi secondi a Manuel Valls per superare le frasi di …